GIOCO LETTERARIO: COME ERAVAMO

Claudio Martini, sul web conosciuto comeWriter, è uno scrittore eclettico e bravissimo. Lo seguo da un paio d’anni, ho letto i suoi racconti, il suo romanzo, e il suo blog su Libero è uno dei più frequentati e amati. Ha una particolare predisposizione ai giochi letterari, che a me piacciono tanto. Ogni sua iniziativa in questo senso mi vede entusiasta partecipe. Eccovi il regolamento per il secondo gioco letterario, che si svolge sul blog di Writer ma che può espandersi in forma endemica su tutti i blog che fossero interessati a divulgare finalmente non una sciocca catena di sant’antonio ma un’allegra festa letteraria senza premi, ma con l’unico divertimento di aver partecipato, creando, ricordando, scrivendo. Il mio racconto è già quasi pronto. Sarà disponibile alla lettura tra qualche giorno sul blog del Fiae.

Come avevo promesso, alla fine del gioco letterario "La mia città", lancio su Digiland e altre piattaforme un nuovo gioco narrativo, aperto a chiunque voglia partecipare.

Si tratta di scrivere un testo su un episodio avvenuto negli anni ’80. L’episodio può riguardare la propria vita o un evento- pubblico o privato- che ha colpito l’attenzione dei partecipanti, può essere scritto in prima o terza persona, si può riferire a eventi realmente vissuti o essere una costruzione di fantasia, può essere scritto in prosa o in poesia, ma deve riguardare il decennio degli anni ’80. Per i bloggers più giovani (quelli nati prima del’ 67 e quindi per chi ha meno di 40 anni), il periodo di riferimento è costituito dagli anni ’90. L’idea è quella di proporre un panorama del passato recente, attraverso scorci e narrazioni di eventi – non necessariamente significativi e fondamentali, si può scrivere anche di piccoli fatti, un trasloco, una discussione con i genitori o con il/la partner, un viaggio, ecc- che appartengono a quel periodo.

Alcune regole per rendere il gioco più fruibile:

  1. chi partecipa lo comunica in questo thread e io provvederò a inserire i partecipanti in un box laterale dedicato al gioco 
  2. I partecipanti pubblicano il testo sul loro blog entro Domenica 21 Ottobre e ne danno comunicazione qui, così da informare gli altri partecipanti di avere postato.
  3. I testi non dovranno superare le cento righe (2 pagine di Word in corpo 12). 
  4.  Chi aderisce al gioco, inserisce nel suo post il tag (il tag e’ una specie di etichetta che si trova in alto nel post e serve a dire di cosa parla il testo) "come eravamo" oppure introduce l’espressione "come eravamo" nel titolo del suo testo. 
  5.  Chi partecipa, s’impegna a commentare i testi degli altri partecipanti. Se i partecipanti fossero parecchi, vedremo come organizzarci. Ma questo punto è importante, anche per evitare che chi partecipa riceva pochissimi o nessun commento. 
  6.  Chi ricevesse eventualmente commenti poco favorevoli è pregato di non arrabbiarsi. Non è un concorso o una competizione, ma un gioco. 
  7.  Chi vuole (ma non è obbligato) può linkare questo post per diffondere il gioco tra i suoi blog amici o i suoi lettori 
  8.  Anche in questo caso non si vince niente, tranne il piacere di divertirsi e partecipare.

    Cosa ne pensate?

    Writer

    blog.libero.it/AltreLatitudini/

Annunci

Informazioni su amnerisdicesare

italiana nata a Sao Paulo del Brasile, vive a Bologna. Sposata a un medico calabrese, mamma e moglie a tempo pieno, collabora come free-lance per riviste femminili. Dal 2005 gestisce il F.I.A.E. – Forum Indipendente Autori Emergenti http://fiaeforum.freeforumzone.leonardo.it, insieme gruppo e laboratorio di editing autogestito per scrittori emergenti. Ha pubblicato il saggio “Mamma non mamma: la sfida di essere madri nel mondo di Harry Potter” nell’antologia benefica Potterologia: dieci as-saggi dell’universo di J.K. Rowling (CameloZampa Editore 2011); un suo racconto, intitolato “Zanna” è presente nell’antologia di racconti animalisti “Code di Stampa” (La Gru Edizioni 2011); ha pubblicato nel 2012 il suo romanzo d’esordio, Nient’altro che amare (Edizioni CentoAutori), vincitore del Premio Letterario Mondoscrittura, e nel 2013 ha partecipato al progetto di scolastica coordinato da Manuela Salvi “Prossima fermata… Italia!” (Onda Editore) scrivendo il capitolo dedicato alla regione Calabria. Ha curato l’antologia benefica “Dodicidio” per il progetto POP di La Gru Edizioni scrivendo il capitolo “Febbraio” (2013) e ha vinto il “Concorso Cercasi Jane” indetto dalla Domino Edizioni con la quale il 1 settembre 2013 è uscito il suo romanzo “Sirena all’orizzonte” secondo classificato al Premio Letterario Magiche rose 2014 di Fiuggi. A giugno 2014 invece è uscito Mira dritto al cuore per i tipi della Runa Editrice, mentre un secondo saggio sulle figure materne nella saga di Harry Potter dal titolo “Mamma non mamma: le madri minori nel mondo di Harry Potter” uscirà a gennaio sempre con Runa Editrice. Collabora con il portale di informazione online Rete-News.it (www.rete-news.it) scrivendo articoli di cronaca, costume e musica e con la rivista letteraria digitale e online Inkroci (www.inkroci.it ) in qualità di traduttrice.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...