RECENSIONE NIENT’ALTRO CHE AMARE DI MELOLEGGO.IT

Maria a’ zannuta, Maria à cunigghja, è una donna sola, come sola lo è sempre stata. Nata in una famiglia dove l’amore le è stato negato da un padre abituato a darsi al bere e a umiliarla e da una madre inerme e silenziosa, ha imparato a subire ma ad andare avanti con le piccole cose. In un paese del sud dove l’apparenza è ciò che più conta e le tradizioni sono legge, dove la rispettabilità non vede la violenza e le ingiustizie perpetrate da chi detiene il potere verso chi è meno fortunato e la figura femminile è ancora relegata ai margini, Maria si fa strada nella vita a testa bassa e con una muta determinazione, senza pretendere né chiedere. Il suo è solo amore, “nient’altro che amore”. Il modo che ha di accettare le cose così come si presentano, belle o brutte che siano, la rende capace di provare un amore e un affetto per gli altri dalla natura incondizionata, libero da vincoli e legami, bisogni e speranze. Il suo è amore privo di fronzoli e smancerie, concreto così come la terra, che Maria è capace di restituire al mondo nella stessa misura in cui a lei è stato negato. Quindi non è “nient’altro che amore” quello che nutre per tutti e sei i suoi figli, ognuno nato da altrettanti uomini che hanno incrociato il suo cammino.

Maria a’ zannuta, quella dai denti sporgenti, che non è bella ma che ha ru mele dint’i gamme, il miele tra le gambe, racconta la sua storia, ora che ha sessantacinque anni e cala la sera, lì sulla baia, mentre lei versa lacrime che da mezzo secolo non bagnano i suoi occhi. Solo che queste sono lacrime di gioia. Ai lettori scoprire perché. <<<CONTINUA SU MELOLEGGO.IT>>> 

Annunci

Informazioni su amnerisdicesare

italiana nata a Sao Paulo del Brasile, vive a Bologna. Sposata a un medico calabrese, mamma e moglie a tempo pieno, collabora come free-lance per riviste femminili. Dal 2005 gestisce il F.I.A.E. – Forum Indipendente Autori Emergenti http://fiaeforum.freeforumzone.leonardo.it, insieme gruppo e laboratorio di editing autogestito per scrittori emergenti. Ha pubblicato il saggio “Mamma non mamma: la sfida di essere madri nel mondo di Harry Potter” nell’antologia benefica Potterologia: dieci as-saggi dell’universo di J.K. Rowling (CameloZampa Editore 2011); un suo racconto, intitolato “Zanna” è presente nell’antologia di racconti animalisti “Code di Stampa” (La Gru Edizioni 2011); ha pubblicato nel 2012 il suo romanzo d’esordio, Nient’altro che amare (Edizioni CentoAutori), vincitore del Premio Letterario Mondoscrittura, e nel 2013 ha partecipato al progetto di scolastica coordinato da Manuela Salvi “Prossima fermata… Italia!” (Onda Editore) scrivendo il capitolo dedicato alla regione Calabria. Ha curato l’antologia benefica “Dodicidio” per il progetto POP di La Gru Edizioni scrivendo il capitolo “Febbraio” (2013) e ha vinto il “Concorso Cercasi Jane” indetto dalla Domino Edizioni con la quale il 1 settembre 2013 è uscito il suo romanzo “Sirena all’orizzonte” secondo classificato al Premio Letterario Magiche rose 2014 di Fiuggi. A giugno 2014 invece è uscito Mira dritto al cuore per i tipi della Runa Editrice, mentre un secondo saggio sulle figure materne nella saga di Harry Potter dal titolo “Mamma non mamma: le madri minori nel mondo di Harry Potter” uscirà a gennaio sempre con Runa Editrice. Collabora con il portale di informazione online Rete-News.it (www.rete-news.it) scrivendo articoli di cronaca, costume e musica e con la rivista letteraria digitale e online Inkroci (www.inkroci.it ) in qualità di traduttrice.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...