STORIE D’AMORE IN PILLOLE N.2

Perdere l’amore – Massimo Ranieri Sanremo 1988

…Perdere l’amore quando si fa sera quando tra i capelli un po’ di argento li colora rischi di impazzire può scoppiarti il cuore…

Chi ha avuto la bella idea di mettere su questa canzone, proprio ora? A meno di un quarto d’ora dalla mezzanotte poi? Era la nostra canzone. Lei la trovava tristissima. Ma la suonava in continuazione. Anche a me piaceva, perché ho sempre  amato sfidare la sorte. Ho perduto.
— Un presagio di dolore — diceva, ma poi si accoccolava come un cucciolo tra le mie spalle e restavamo così, come sospesi, tra le braccia l’una dell’altro, a ballare un lento sinuoso, che piano piano si scioglieva in carezze, in baci, in sesso appassionato. Io l’avvolgevo con il mio calore, la stordivo con il mio fiato e lentamente, inondandola di baci soffici, la spogliavo. A Valentina piaceva così. Essere scartata con dolcezza, lasciarsi abbandonare alle mie mani forti e sapienti. Amava perdere la testa tra lo sfiorare leggero delle mie dita, per poi ritrovare se stessa nell’impeto più felino. E alla fine era mia, completamente. Io potevo toccarle ogni corda più intima, ogni spazio più vulnerabile. A me si era data sempre senza riserve e senza paure.
— Giurami che sarà per sempre. Che non finirà come questa canzone…
Te lo giuro. Se tu tornassi, te lo direi. Oggi sì, ieri ho avuto paura e ho taciuto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.