HAPPY EARTH DAY con la mia poesia ANIMA DELLA TERRA

602616_538087896204910_1054791351_n

 

Ed ora tu.
Mi cerchi.
Mi chiami.

           Lo sai chi sono?
Lo sai che il mio è bacio, sì, ma veleno?
Lo sai che il mio è abbraccio, sì, ma spada e spine?
Che vuoi?
Che cerchi?

          Uomo.
Io ti derido.
Mi cullo nei tuoi sogni, mi vanto
nelle tue debolezze e dei tuoi ricordi.

           Danza per me,
O incanto, sensuale magica spira,
nenia noiosa di fuoco che sale
e asperge la pelle di sussulti,

            sì!

Ti sento fremere di sinuoso piacere
carezza che sfiora,
brividi impazziti di sogni e sangue.

           Mi cerchi. Mi chiami. Mi vuoi.
           Uomo.

Io posso.
Ti guardo, e posso.

           Ma voglio?

Chissà cosa sussurra adesso il mare,

Il mare, già, il mare!

Or che dall’inverno soltanto è violato
Niente più passi duri e leggeri alle sue sponde,
Solo cuori commossi, cullati da antica tenerezza.
Svelerà loro il segreto che lo stringe?
E il Castello che si tuffa dalla rocca,
amerà ancora la nuvola che avvolge morbida
i pensieri più soffici o nascosti?

E il sole?

E il sole che scioglie le tenebre, ornerà
Coi suoi gioielli distese di campi
aspre pinete, morbidi colli?

             E l’Amore? Oh, l’Amore!

L’Amore correrà nel vento giocando a nascondino
coi dubbi e con la gelosia?

Ti ho amato e ti ho perduto.
Ancora, e poi ancora e poi ancora.
E non ho vinto.
Perché tu  volevi esser schiavo
di un dono che nulla era,
ed è illusione,
ed è disinganno.

Oggi…

tu mi chiedi di tornare.
E lambire coi tuoi pensieri
Queste mie sponde, questo mio mare.
Tu desideri trovar oblio tra i miei filari, i miei olivi.
Perché  – tu dici –  solo qui, tra queste zolle,
è calma e riposo.

Tu che mi hai lasciato, tu che fuggisti volgendomi le spalle,
oggi tu dici che m’ami.

E io,
abbracciando ogni lacrima e tuo singhiozzo.

            Poiché eternamente madre e amante,

questo tuo spirito non potrò mai scacciarlo,
Ti accoglierò nell’ultimo tuo passaggio.

Perché io fui,
io sono,
io sarò.
Vieni, o figlio mio.
Confondi il tuo volto tra le braccia
dell’anima della terra tua.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.