PROMOZIONE LIBRO: LA MIA ESPERIENZA (2.Puntata)

IMG_0287PROMOZIONE 2° PUNTATA

Innanzitutto, uno scrittore emergente deve organizzare delle presentazioni del libro in varie città, diverse da quella dove risiede. Scoprirà ben presto che è cosa tutt’altro che facile. Ma ovviamente, l’autore emergente tenterà di iniziare dalla via più facile: la città in cui risiede. Per lo meno, giocando in casa, le cose dovrebbero essere (sulla carta) più semplici. Sottolineo ed evidenzio in grassetto perché non è così sistematico come potrebbe sembrare e vale la pena di essere messo in evidenza. Internet è vero, dà una gran mano all’autore, permettendo di poter fare una sorta di elenco delle librerie indipendenti e di catena disponibili nelle varie città; molte librerie hanno un sito web, con tanto di indirizzo email e numero di telefono da raggiungere, e questo permette una maggiore libertà di movimento, ma per raggiungere una libreria, bisogna prima di tutto presentarsi. E per farlo bisogna aver già pronto un breve, succinto curriculum letterario che illustri le caratteristiche professionali e umane dell’autore, incuriosendo l’interlocutore, più un breve comunicato stampa che illustri il libro e la storia. E’ vero, può bastare la quarta di copertina sia per la trama che per il curriculum dell’autore, ma scriversene uno maggiormente personalizzato è forse più opportuno: investire su se stessi significa anche presentarsi al meglio. E si può fare soltanto evidenziando le caratteristiche proprie più salienti. Una volta impostata la mail in modo da essere accattivante e immediatamente riconoscibile, l’autore emergente inizierà a spedire a tutte le librerie, fiducioso di riceverne risposta solerte e assolutamente entusiastica, in quanto “presentazione” dovrebbe essere sinonimo di vendita e di pubblicità per la libreria interessata. Niente di più sbagliato! E’ tanto se una o due di queste librerie risponderà alla mail dicendosi impossibilitata, per calendario già pieno, fino alla notte dei tempi. Allora il solerte autore emergente, inizierà a contattare telefonicamente le suddette, pregando, implorando di trovare un buco nel calendario per il proprio libro. E si sentirà richiedere informazioni sensibili e significative quali: il distributore di zona, numero di persone “acquirenti” che prevede di riuscire a portare, credibilità e capacità personale di diffondere l’evento a mezzo stampa. Queste alcune dei requisiti più importanti, ma anche il materiale pubblicitario che metterà a disposizione, gli attori e i relatori di certa fama che illustreranno e animeranno l’evento saranno argomenti di discussione tra gli interlocutori.  Ottenuta la data della presentazione, l’evento dovrà essere divulgato, promosso, gridato ai quattro venti. A parte scaricare tutta la rubrica personale del proprio cellulare alla ricerca del vecchio compagno di scuola delle elementari a cui far sapere che hai scritto un libro e che assolutamente lo vuoi rivedere in nome dei bei vecchi tempi andati in libreria, e il gruppo di amiche della canasta del giovedì pomeriggio della mamma o della nonna, come far arrivare il messaggio che il tuo libro viene presentato il giorno tal dei tali, all’ora ics? I social network sono la manna dal cielo: un evento su facebook e fai sapere al mondo intero che esisti e che stai per presentare il successo editoriale dell’anno. Ovviamente avrai chiesto al tuo editore – che in tutto questo tempo è stato impegnato a fare altro, magari a leggere e a scovare nuovi talenti incompresi perché si deve andare avanti e non ci si può mai fermare – un’elaborazione grafica della locandina dell’evento, che metterai orgoglioso come foto di copertina dell’evento stesso. E spedirai l’invito a tutti i contatti che hai su facebook, anche quelli che vivono a Honolulu, e con i quali magari scambi capre e mucche o aranceti su Farmville, ma che importa? Hai visto mai che a Honolulu venga voglia di leggere il tuo libro? E controllerai con attenzione spasmodica ogni “parteciperà” e “non parteciperà” all’evento che ti verrà notificato. Ora, ci sono quelli che scriveranno “partecipo” e poi commenteranno “con il cuore e con la mente”, ma questo ti servirà a gratificarti ugualmente, hai dei cari amici che ti stimano e che vogliono farti sapere quanto attraverso queste delicatezze. E quelli che invece scrivono “partecipo” e poi non si faranno invece vivi? Perché lo fanno? Lo scrittore-emergente  se lo chiederà molto spesso, ma non riuscirà a trovare una risposta plausibile: del resto lo ha fatto più volte anche lui, senza sapere (e il più delle volte neppure chiedendosi) il perché.

(*) Un consiglio allo scrittore che deve trovare indirizzi di librerie disposte a ospitare la propria presentazione:

Guida alle librerie indipendenti di Bologna: http://www.ndanet.it/guida-alle-librerie-indipendenti-di-bologna.html

Guida alle librerie indipendenti di Milano: http://www.ndanet.it/milano-citta-di-libri.html

Guida alle librerie indipendenti di Roma: http://www.ndanet.it/guida-alle-librerie-indipendenti-di-roma.html

Annunci

Informazioni su amnerisdicesare

italiana nata a Sao Paulo del Brasile, vive a Bologna. Sposata a un medico calabrese, mamma e moglie a tempo pieno, collabora come free-lance per riviste femminili. Dal 2005 gestisce il F.I.A.E. – Forum Indipendente Autori Emergenti http://fiaeforum.freeforumzone.leonardo.it, insieme gruppo e laboratorio di editing autogestito per scrittori emergenti. Ha pubblicato il saggio “Mamma non mamma: la sfida di essere madri nel mondo di Harry Potter” nell’antologia benefica Potterologia: dieci as-saggi dell’universo di J.K. Rowling (CameloZampa Editore 2011); un suo racconto, intitolato “Zanna” è presente nell’antologia di racconti animalisti “Code di Stampa” (La Gru Edizioni 2011); ha pubblicato nel 2012 il suo romanzo d’esordio, Nient’altro che amare (Edizioni CentoAutori), vincitore del Premio Letterario Mondoscrittura, e nel 2013 ha partecipato al progetto di scolastica coordinato da Manuela Salvi “Prossima fermata… Italia!” (Onda Editore) scrivendo il capitolo dedicato alla regione Calabria. Ha curato l’antologia benefica “Dodicidio” per il progetto POP di La Gru Edizioni scrivendo il capitolo “Febbraio” (2013) e ha vinto il “Concorso Cercasi Jane” indetto dalla Domino Edizioni con la quale il 1 settembre 2013 è uscito il suo romanzo “Sirena all’orizzonte” secondo classificato al Premio Letterario Magiche rose 2014 di Fiuggi. A giugno 2014 invece è uscito Mira dritto al cuore per i tipi della Runa Editrice, mentre un secondo saggio sulle figure materne nella saga di Harry Potter dal titolo “Mamma non mamma: le madri minori nel mondo di Harry Potter” uscirà a gennaio sempre con Runa Editrice. Collabora con il portale di informazione online Rete-News.it (www.rete-news.it) scrivendo articoli di cronaca, costume e musica e con la rivista letteraria digitale e online Inkroci (www.inkroci.it ) in qualità di traduttrice.

One thought on “PROMOZIONE LIBRO: LA MIA ESPERIENZA (2.Puntata)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...