GENTE PER BENE CHE INCONTRI SUL WEB (2)

download

Era il 2002. Avevo un blog dove pubblicavo tutti i racconti che scrivevo. Mi leggevano e questo mi bastava. Ogni giorno i lettori aumentavano e iniziai ad avere anche “scrittori” che avevano all’attivo più di una pubblicazione come fan del mio blog. Uno di loro mi scrisse in privato dicendomi che ero brava, che dovevo provare a pubblicare. Io, non sapendo neppure da che parte cominciare, iniziai a cercare informazioni, interrogando la rete.

Mi imbattei in un sito web, Magnolia Italia. Si trattava di un sito di scrittura, gestito e condotto da un ragazzo con i capelli lunghi tenuti sempre legati con una coda di cavallo – questa era la sua foto sul sito – che aveva un nome “diverso” e “originale”, un po’ come diverso e originale lo è il mio: Heiko Caimi. Il sito aveva una newsletter interna dove mensilmente venivano pubblicati racconti e commentati dai lettori. Contattai quel sito, ottenni risposte molto precise direttamente da Heiko, venni inserita come autore nella newsletter e alcuni dei miei racconti sul blog furono divulgati nelle newsletter mensili.

Il sito mi indicò come loro autrice, con tanto di piccolo curriculum su di me.

Poi, mi accadde una cosa spiacevole. Fui attaccata su un blog di scrittori che avevo contribuito a costruire. Mi esposero al pubblico ludibrio, mi insultarono persino prendendo in giro la mia voglia di scrivere e il mio timido tentativo di avvicinarmi alla pubblicazione. Mi sentii così male, che cancellai il mio blog. Completamente. Un anno di racconti, di pensieri, di commenti di amici della rete svanito nel nulla. Mi ammalai persino. Decisi che volevo sparire dal web. E chiesi a tutti di dimenticarmi. Scrissi anche a Heiko e gli chiesi di togliere ogni traccia del mio passaggio dal suo sito.
Heiko mi sorprese. Perché mi rispose che, pur non sapendo cosa fosse successo, comprendeva bene i miei sentimenti e li rispettava, ma si ribellava assolutamente al fatto che io sparissi dalla rete. E pur togliendo il mio curriculum dal sito, non tolse il mio nome ma scrisse semplicemente che per ragioni private avevo deciso di far togliere i riferimenti alla mia persona ma che ero e restavo un’autrice Magnolia.

Non ho mai dimenticato questo gesto di delicata attenzione da parte di Heiko. Che, per anni ho perso di vista sul web, anche se, non è mai mancata una volta che non mi abbia inviato una mail a Natale e a Pasqua per farmi gli auguri.

Sono passati quasi 12 anni. E infine Heiko mi ricontatta. Mi chiede di tradurre per lui dall’italiano all’inglese, testi e racconti pubblicati su una nuova rivista letteraria da lui fondata e gestita: Inkroci.it

inkroci-magazine-6_L

Ho accettato con gioia. Un po’ perché tradurre mi piace (anche se sono terribile!) e un po’ perché la richiesta di Heiko mi ha onorato. Dopo 12 anni si era ricordato di me, anzi, in tutto questo tempo non mi ha mai dimenticato, né come persona né come autrice. Ma è il gesto, di non voler sapere ragioni e di mantenermi testardamente inserita nell’elenco delle collaborazioni che mi ha colpita molto, che mi ha commossa.

E io ho risposto volentieri alla sua chiamata.
Le persone per bene sul web esistono e sono persone belle. Io posso dire di aver conosciuto quasi soltanto quelle.
Heiko Caimi è il primo della lunga lista.

copertina-ITALIANA-7L

Inkroci.it, la copertina del nuovo numero

a.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.