LE VIE DEL DESTINO: TERZO FLASH

images (11)

 

“Ma almeno lo sai dove abita?”
“Sì, in Via Saragozza 150/11”
“Caspita, è bello lontano…”
“Eh, devo prendere prima il 45, poi il 21, credo. E alla fine devo seguire la numerazione…”
“Ma e poi? Hai pensato a cosa gli dirai quando sarai davanti a casa sua?”
“Non ho intenzione di dirgli niente, perché… mi basta vedere dove abita. Sapere che lui è dentro quella casa, quel palazzo. Resto un po’ lì a guardarlo e poi me ne ritorno…”
“Cioè, fammi capire: tu da San Lazzaro ti fai tutta quella strada fino all’altro capo del mondo, solo per startene davanti a casa sua e guardare la porta, senza cercarlo, senza suonare, senza cercare di vederlo?”
“Sì. Non avrei il coraggio di guardarlo, potrei morire…”
“Ma scusa, non vi siete dati un bacio? Non state insieme? Non è diventato il tuo ragazzo?”
“Penso…”
“Cosa vuol dire, penso? Lo sei o non lo sei?”
“Ma che ne so? Ci siamo dati un bacio. E’ stato il mio primo bacio vero, quello d’amore. Quello con… beh, dai, lo sai com’è quel tipo di bacio!”
“E poi?”
“E poi lui mi ha chiesto: vuoi diventare la mia ragazza? Io gli ho risposto di sì, e abbiamo ballato. Un lento. Insieme”
“E?”
“Oh, ma lo sai che mi stai addosso in modo incredibile? E poi, niente.”
“Ma saranno passate due settimane da quando sei tornata da Lizzano! Non vi siete telefonati? Non gli hai scritto?”
“Sì, gli scrivo una lettera al giorno. Ma gliele ho imbucate tutte in una volta solo ieri…”
“Ma te sei matta…”
“Oh, avevo finito i soldi della paghetta per comperare il disco, quello del nostro ballo. L’ultima neve di primavera…”
“Vabbe’, allora per rispondere ci vorrà ancora qualche giorno”
“Però l’ho invitato alla festa di Caterina. Lei mi ha detto che potevo. Adesso vediamo se mi risponde…”
14 anni. Primo “ragazzo”. Lizzano in Belvedere, scuola tennis, primo bacio, primi sogni.
Via Saragozza: un mondo a parte, lontano da San Lazzaro anni luce e tre corse d’autobus. Da sola, nel pomeriggio silenzioso di un settembre ancora pieno di luce, una passeggiata di Sabato tra i portici, gli odori delle colonne imbevute degli umori dei cani, e l’emozione trepidante di fare qualcosa di proibito. La numerazione si perde in una stradina laterale che sale sulla collina. Il fiato corto che non è solo per la fatica, ma soprattutto per l’emozione di andare a trovare la casa di Francesco, il cuore che batte e il sangue che pompa nelle vene insieme a scosse elettriche di viva passione.
Una moto, parcheggiata davanti al portone del n.150/11. Un ragazzo alto, snello, biondo con riccioli che cadono sulle spalle. E una ragazzina bruna, piccolina, cicciottella che lo abbraccia e lo bacia sulla bocca.
Il primo tradimento. La prima disillusione.
A casa di Caterina non ce lo avrei più portato.

Annunci

Informazioni su amnerisdicesare

italiana nata a Sao Paulo del Brasile, vive a Bologna. Sposata a un medico calabrese, mamma e moglie a tempo pieno, collabora come free-lance per riviste femminili. Dal 2005 gestisce il F.I.A.E. – Forum Indipendente Autori Emergenti http://fiaeforum.freeforumzone.leonardo.it, insieme gruppo e laboratorio di editing autogestito per scrittori emergenti. Ha pubblicato il saggio “Mamma non mamma: la sfida di essere madri nel mondo di Harry Potter” nell’antologia benefica Potterologia: dieci as-saggi dell’universo di J.K. Rowling (CameloZampa Editore 2011); un suo racconto, intitolato “Zanna” è presente nell’antologia di racconti animalisti “Code di Stampa” (La Gru Edizioni 2011); ha pubblicato nel 2012 il suo romanzo d’esordio, Nient’altro che amare (Edizioni CentoAutori), vincitore del Premio Letterario Mondoscrittura, e nel 2013 ha partecipato al progetto di scolastica coordinato da Manuela Salvi “Prossima fermata… Italia!” (Onda Editore) scrivendo il capitolo dedicato alla regione Calabria. Ha curato l’antologia benefica “Dodicidio” per il progetto POP di La Gru Edizioni scrivendo il capitolo “Febbraio” (2013) e ha vinto il “Concorso Cercasi Jane” indetto dalla Domino Edizioni con la quale il 1 settembre 2013 è uscito il suo romanzo “Sirena all’orizzonte” secondo classificato al Premio Letterario Magiche rose 2014 di Fiuggi. A giugno 2014 invece è uscito Mira dritto al cuore per i tipi della Runa Editrice, mentre un secondo saggio sulle figure materne nella saga di Harry Potter dal titolo “Mamma non mamma: le madri minori nel mondo di Harry Potter” uscirà a gennaio sempre con Runa Editrice. Collabora con il portale di informazione online Rete-News.it (www.rete-news.it) scrivendo articoli di cronaca, costume e musica e con la rivista letteraria digitale e online Inkroci (www.inkroci.it ) in qualità di traduttrice.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...