SIRENA ALL’ORIZZONTE: RECENSIONE DI INSAZIABILI LETTURE

 

sirenainsaziabili

 

Sirena all’orizzonte è il secondo romanzo di quest’autrice che ho avuto il piacere di leggere, e anche questa volta il mio istinto ci ha perso bene!

“La passione ti brucia dentro e ti divora il cuore. Non ti dà tregua, giorno e notte. L’amore invece ti riempie, ti dà sollievo, ti riconcilia con il mondo.”

La trama ruota intorno a tre giovani ragazzi – Marco, Federico e Giovanni – alle prese con l’amore. Un sentimento forte, profondo, difficile da accettare, quasi impossibile avere il coraggio di viverlo. Siamo negli anni ottanta e accompagnati dall’hit del momento, One Night in Bangkok di Murray Head, viviamo il viaggio dei tre ragazzi e di Cecilia, la sirena che li attirerà con la sua bellezza durante un percorso senza meta. Le vite di questi quattro personaggi si intrecceranno e, attraverso dei salti tra il passato ed il presente, impareremo a conoscerli pienamente.
Marco ha bisogno di colmare quel vuoto che sente nello stomaco, è alla ricerca dell’amore, dell’amore vero. Si allontanerà da Bologna senza sapere bene il perché, lì conoscerà Luisa, una ragazza che gli cambierà la vita ma che non sarà il suo vero amore, perché Luisa ha già amato e ne è uscita distrutta: accetterà solamente una buona compagnia.
Federico è un amico di lunga data di Marco, sono cresciuti insieme ed insieme hanno progettato un viaggio senza meta, che a causa dell’allontanamento di Marco è stato rimandato. Federico è quello spavaldo, che non crede nell’amore, che finge di essere superficiale, ma che in realtà ha sempre amato ma non ha mai avuto il coraggio di ammetterlo.
Giovanni, invece, è una figura inizialmente enigmatica, non si capisce molto di lui, appare molto cinico, ma scorrendo le pagine, si conoscerà più a fondo questo personaggio bisognoso d’amore, anch’egli ferito dal passato.

“L’Amore sente l’Amore. Lo rintraccia, lo cerca per ricongiungersi con esso. Entrambi cerchiamo di fuggirlo e probabilmente questo ci avvicina.”

Tre storie si uniranno e a queste si aggiungeranno quella di Cecilia e di Luisa, il tutto su uno sfondo estivo e piacevole. L’autrice è stata capace di creare dei legami e degli intrecci coinvolgenti, capaci di lasciare il lettore stupito e ammaliato da questi personaggi. La storia è molto breve, questo porta a non affezionarsi in modo profondo ai personaggi, per questo la considero più che altro una lettura da ombrellone. Nonostante tutto, è comunque una storia piena di emozioni, fatta di puri sentimenti, capaci di trascinare il lettore con sé, con Marco e le sue fantasie, con il suo sguardo perso, con i suoi sogni. Lo stile è fresco, pulito, scorrevole, fluido, l’autrice è stata capace di farmi terminare il romanzo senza che io me ne accorgessi, questo è stato certamente un altro punto a suo favore! Amneris Di Cesare ha mirato dritto al mio cuore nuovamente, ed è per questo che consiglio a tutti gli amanti del romance questa storia, che sarà certamente capace di farvi emozionare!

Che dire, Insaziabili Letture (Biola)? Che vi voglio bene? 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.