SOTTO IL SOLE DI FARFA, LIBERI SULLA CARTA

11986515_1073576555995305_3308108981185587975_n

Chi mi conosce un pochino, sa che sono un tipo casalingo. Un tipo “mooolto” casalingo, che non esce di casa neppure con le cannonate. Ebbene, ieri, 19 settembre 2015, nonostante le continue e strenue tentazioni di rimandare e non andare, alle 7:00 del mattino sono uscita di casa a Bologna per dirigermi verso la stazione dei treni. E tutto questo da sola, in un moto di senile senso di indipendenza. Niente figli, niente marito ad accompagnarmi. Mi sono sentita di nuovo giovanissima. Così, tutto d’un colpo.

12047089_10207764326536486_4363997447731368929_n

Il binario n.19 e la stazione antistante era già incredibilmente animato e pieno. Il treno era completamente prenotato e i posti riservati in casi come questi sono una gran manna dal cielo. Sono arrivata a Roma Tiburtina in perfetto orario e Cristina Lattaro, la mia “bossa” di Amarganta Edizioni mi è venuta a prendere con tanta gentilezza. Siamo arrivati a Farfa verso le 11:00. E lì ho incontrato per la prima volta Francesco Mastinu e il suo compagno Guido Spano, scrittori, colleghi di editrice Amarganta e, soprattutto Francesco, amico (fino a ieri) virtuale con il quale tanto a lungo mi sono consultata per letture e scritture durante l’ultimo anno appena trascorso. Abbracciarli sul serio, dopo averli visti in foto tante volte ma soprattutto dopo aver riso e scherzato a lungo in chat è stato emozionante. E, come sempre accade in questi casi, perché sono convinta che le amicizie virtuali non siano affatto diverse da quelle reali, la naturalezza che è sfociata tra noi è stata immediata, dimostrando ancora una volta di più che non esistono barriere di sorta, soprattutto non quelle che tutti immaginano: il virtuale è reale. Punto.

Appena arrivata sono stata incaricata di presentare la prima autrice pubblicata da AMARGANTA, Lulu Lafiandra, psicologa, autrice di SUCCESS BOOK. L’entusiasmo e la disponibilità di Maria Luisa detta Lulu hanno subito messo a proprio agio il pubblico e incuriosito tantissimo.

Il saggio sul successo di Lulu Lafiandra è uno di quei libri che forse inizi a leggere per curiosità ma che sicuramente divori per le considerazioni interessanti e i consigli utili che regala. Consigliatissimo primo saggio del catalogo Amarganta che, non già perché ci collaboro, ma onestamente devo ammettere sta diventando ogni giorno più bello e interessante.

Alle 13:00 è stata la volta della presentazione ufficiale dello staff AMARGANTA sul palco principale della manifestazione LIBERI SULLA CARTA, Fiera dell’EDITORIA INDIPENDENTE di Farfa. Cristina Lattaro ha illustrato la mission  e gli intenti nonché i collaboratori di AMARGANTA e mano a mano ciascuno di noi ha avuto modo di raccontare un po’ del lavoro svolto in questi ultimi mesi e dei libri che si è fino a oggi pubblicati nonché dei progetti futuri. La sottoscritta ha illustrato le collane fantasy e Under15 di cui si occupa, dando maggiore risalto ai due gioiellini di prossima pubblicazione,

GRANDE e PICCOLO
di Laura Castellani e Caterina Betti,

grandeEpiccolo_logoIsbn

e

OLIVIA E LE OMBRE
di Maria Silvia Avanzato e Annelisa Bonetti,

oliviaELeOmbre_completo

Senza tralasciare il bellissimo SCI-FI Romantico di Alessandra Gaggioli, DARKSIDE e i romanzi tradotti dalla sottoscritta di Marie Sexton e Indra Vaughn

La giornata è proseguita in un vortice intensissimo di chiacchiere e riflessioni sull’editoria, su scambi di idee e progetti futuri inframmezzati da racconti personali e vecchi aneddoti. Un regalo bellissimo è stato di incontrare lo scrittore Marco Proietti Mancini, appartenente alla scuderia Edizioni della Sera, e poterlo riabbracciare dopo tanto tempo. Infine, alle 16:00 la presentazione di Sirena all’orizzonte, da parte di Francesco Mastinu e con letture di Guido Spano. Bellissime e davvero ispirate le letture di Guido e l’entusiasmo di Francesco nei confronti del mio libro mi hanno davvero commossa.

La giornata volge in breve al termine. Devo riprendere un treno e quindi Cristina mi deve riaccompagnare. Questa volta però a Fara Sabina Montelibretti, stazione regionale. Piccola avventura tra le colline, perché anziché andare a Passo Corese (nel cui paese c’è la stazione ferroviaria di Fara Sabina) ci siamo dirette proprio verso il paese in cima alla collina Fara Sabina, chiaramente sbagliando strada (anche agli abitanti del posto resta comunque incomprensibile perché una stazione ferroviaria situata a Passo Corese debba chiamarsi invece come il paese in collina Fara Sabina, generando non poche confusioni). Dopo alcune peripezie e un treno perso alle 18:20, fortunatamente son riuscita a trovare quello delle 18:50 e sono arrivata in tempo a Roma Tiburtina per riprendere il treno delle 20:00 e tornare a Bologna.

Oggi è giorno di risacca. Amarganta, Francesco, Cristina, Guido e Paola Fallerini (che non ho conosciuto per un pelo, perché ahimè poverina infortunatasi pochi minuti prima del mio arrivo e corsa al pronto soccorso per farsi medicare) già mi mancano tanto. Ma pare che nei progetti di AMARGANTA ci siano una fiera a ROMA e una a TORINO. Che vi devo dire? Pensate forse che mancherò di andarci?

I

I “matti” di Farfa…

Annunci

Informazioni su amnerisdicesare

italiana nata a Sao Paulo del Brasile, vive a Bologna. Sposata a un medico calabrese, mamma e moglie a tempo pieno, collabora come free-lance per riviste femminili. Dal 2005 gestisce il F.I.A.E. – Forum Indipendente Autori Emergenti http://fiaeforum.freeforumzone.leonardo.it, insieme gruppo e laboratorio di editing autogestito per scrittori emergenti. Ha pubblicato il saggio “Mamma non mamma: la sfida di essere madri nel mondo di Harry Potter” nell’antologia benefica Potterologia: dieci as-saggi dell’universo di J.K. Rowling (CameloZampa Editore 2011); un suo racconto, intitolato “Zanna” è presente nell’antologia di racconti animalisti “Code di Stampa” (La Gru Edizioni 2011); ha pubblicato nel 2012 il suo romanzo d’esordio, Nient’altro che amare (Edizioni CentoAutori), vincitore del Premio Letterario Mondoscrittura, e nel 2013 ha partecipato al progetto di scolastica coordinato da Manuela Salvi “Prossima fermata… Italia!” (Onda Editore) scrivendo il capitolo dedicato alla regione Calabria. Ha curato l’antologia benefica “Dodicidio” per il progetto POP di La Gru Edizioni scrivendo il capitolo “Febbraio” (2013) e ha vinto il “Concorso Cercasi Jane” indetto dalla Domino Edizioni con la quale il 1 settembre 2013 è uscito il suo romanzo “Sirena all’orizzonte” secondo classificato al Premio Letterario Magiche rose 2014 di Fiuggi. A giugno 2014 invece è uscito Mira dritto al cuore per i tipi della Runa Editrice, mentre un secondo saggio sulle figure materne nella saga di Harry Potter dal titolo “Mamma non mamma: le madri minori nel mondo di Harry Potter” uscirà a gennaio sempre con Runa Editrice. Collabora con il portale di informazione online Rete-News.it (www.rete-news.it) scrivendo articoli di cronaca, costume e musica e con la rivista letteraria digitale e online Inkroci (www.inkroci.it ) in qualità di traduttrice.

4 thoughts on “SOTTO IL SOLE DI FARFA, LIBERI SULLA CARTA

  1. Sono contenta che abbiate passato una così bella giornata ricca di soddisfazioni ed emozioni.
    Per quanto riguarda la stazione di Fara in Sabina me lo sono sempre chiesto anch’io perchè non mettono almeno Passo Corese nel nome, gli piace rendere le cose difficili per chi viene da fuori ^_^

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...