DUEL: RECENSIONE DI INSAZIABILI LETTURE

Screenshot 2015-10-08 23.14.18

Amneris Di Cesare è stata nuovamente in grado di stupirmi! In ogni suo romanzo vengono messe a nudo le diverse facce dell’amore, ed ogni volta io non faccio altro che emozionarmi insieme ai suoi personaggi.
Stefania, la protagonista di questo racconto, non riesce a slacciarsi dal passato, un passato rappresentato da un uomo dal forte intelletto che è stato capace di catturarla nella propria rete per poi abbandonarla. Tony le ha fatto perdere totalmente la testa, del resto chi non la perderebbe dinanzi ad un uomo colto pronto a regalarti un classico come Cime Tempestose? Ma la cultura non è tutto nella vita. Tony ha lasciato Stefania per telefono, dandole una crudele notizia che lei non dimenticherà poi così facilmente, nemmeno quando Davide entrerà a far parte della sua vita.

“Davide era terra e carne. E vita concreta. Tony era mente ed intelletto.”

Davide entrerà nella vita di Stefania quasi con prepotenza, si conosceranno per caso e lui rimarrà totalmente ammaliato da lei, tanto che sarà disposto a giocarsi tutto. Stefania lo ha ripetutamente rifiutato, ha fin da subito avvertito Davide che il suo cuore apparteneva ad un altro, ma lui ha voluto rischiare, il suo amore sarebbe bastato, lui ce l’avrebbe fatta. Il problema è sorto nel momento in cui per davvero riesce nel suo obiettivo, ma non se ne capacita e si sentirà tormentato dal fantasma di Tony.

“Questa canzone…come mi piace!” le ultime note ancora languivano sui loro corpi sudati e sfiniti.
“E’ Duel dei Propaganda.”
“Ogni volta che la sentirò, ti penserò.”
“Ogni volta che la sentirò, mi ricorderò di questo nostro ultimo incontro, e piangerò. Lo so.” 
“Potremmo rivederci dopo le vacanze”, disse lei.
“No, io ti voglio per sempre Stefania. Voglio il tuo amore, totale e assoluto. Per questo vado via, per questo non ti voglio più vedere.”

Amneris ha una vera e propria dote, ed è quella per il romance! In ogni suo romanzo è capace di mostrare degli intrecci meravigliosi, inoltre riesce a far diventare vivo, reale, ogni suo personaggio dandogli un’impronta psicologica profonda, percepibile anche in un racconto di poche pagine. Questa è una delle cose che amo di quest’autrice: nulla è semplice quando si parla di amore, prima di sciogliere il nodo bisogna trovare la via giusta, e per farlo bisogna affrontare diverse difficoltà. La parte più bella? Alla fine si riesce davvero a scioglierlo quel nodo!

Annunci