COME E PERCHE’ SCRIVE UNO SCRITTORE: L’HO CHIESTO A MARIANGELA SU BABETTEBROWN.IT

Screenshot 2015-10-26 08.50.37

 

Il Lunedì è giornata di interviste anche su http://www.babettebrown.it e per l’occasione ho fatto un po’ di domande sullo scrivere a Mariangela Camocardi (visto che era già allenata a rispondermi “SUL ROMANCE“), e questa è l’intervista che ne è risultata:

Prima domanda di rito: perché scrivere? Come è nata questa “necessità” e quando?

Mah, credo di aver sempre avuto l’esigenza istintiva di mettere sulla carta i voli della fantasia. Ho una mente fervida e difficilmente sono a corto di materiale. Ma un conto è scrivere da dilettanti, un altro ambire a diventare una romanziera, facendolo con le necessarie competenze.  Il passaggio è avvenuto in modo spontaneo e per una concomitanza di eventi mai neppure immaginati. Mi piace scrivere e tessere  storie, mi piace calarmi nella trama e interagire con i miei personaggi, anche con quelli cattivi. Soprattutto mi emoziono e voglio emozionare chi mi leggerà, avventurandomi tra i sentimenti che li attraggono o che li  pongono in conflitto tra loro… la gente vuole sognare e i sogni sono fondamentali per noi essere umani. Però ancora oggi convivo con la paura di  poter deludere con un pessimo romanzo chi acquisterà il mio libro.

Come scrivi? Penna e carta, moleskine sempre dietro e appunti al volo, oppure rigorosamente tutto a video, computer portatile, ipad, iphone?

Uso tutto quello che hai elencato. Ho anche un promemoria sull’iPhone per salvare gli spunti che mi saltano in testa,  ma amo particolarmente carta e penna e sono circondata da una marea di foglietti fitti di note che consulto e che a volte archivio. Nel cassetto della scrivania ho quaderni e quadernetti con notizie storiche raccolte durante gli anni: spaziano dagli episodi più strani avvenuti nel mondo ai veleni usati a Venezia nei secoli scorsi. Esiste per esempio una famosa e letale “acqua Tofana” che  una donna priva di scrupoli e alquanto avida di facili guadagni vendeva  alle mogli che  volevano sbarazzarsi in fretta di mariti diventati ormai ingombranti.

C’è un momento particolare nella giornata in cui prediligi scrivere i tuoi romanzi?

Il mattino presto e la sera dopo cena mi risultano molto congeniali, ma in genere mi concentro con facilità e scrivo benissimo in qualunque orario della giornata.

<<<continua qui: www.babettebrown.it>>> 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.