LIA WINCHESTER – GRAFICO WEB INTERVISTATA PER BABETTEBROWN.IT

Screenshot 2016-01-28 09.36.35

 

Cosa funziona e cosa no, secondo te, in una cover per libri? Dipende da quello che ha in mente l’autore, dall’anima del libro. Non mi piacciono le “teste volanti”, quello no. Per il resto credo che vada molto a gusto. Ho notato che più sono semplici più piacciono, in realtà.

E in una locandina? In una locandina punterei sul font, sui colori dello sfondo e cercherei di non far sembrare l’immagine in primo piano incollata, ma non ne ho mai fatte. Quindi per adesso è solo un parere estemporaneo.

L’avvento dei social network, Facebook specialmente, ha favorito o complicato le cose per voi grafici? Per me l’ha favorito. Anni fa feci un colloquio in un’azienda (sempre come grafico), quando ancora  internet era agli inizi e non c’erano ancora i social network. Tutto l’iter fu più complicato, avevano chiamato molta gente che aveva un curriculum simile. Invece ora i datori di lavoro e i clienti danno un’occhiata al tuo portfolio online o alla tua pagina Facebook e già si rendono conto se possono essere interessati.

Cover libro di carta, cover libro digitale: c’è differenza e se sì quale? Differenze ce ne sono molte, prima di tutto nel formato. Bisogna tenere conto delle dimensioni dei margini nel libro stampato (il rimbocco), e anche del numero di pagine del romanzo (per la costola). Bisogna capire bene se ci saranno le alette, la fresatura, quanto sarà spesso il bordo e così via. Un processo diverso.

<<<<l’intervista continua qui>>>>

Advertisements

Informazioni su amnerisdicesare

italiana nata a Sao Paulo del Brasile, vive a Bologna. Sposata a un medico calabrese, mamma e moglie a tempo pieno, collabora come free-lance per riviste femminili. Dal 2005 gestisce il F.I.A.E. – Forum Indipendente Autori Emergenti http://fiaeforum.freeforumzone.leonardo.it, insieme gruppo e laboratorio di editing autogestito per scrittori emergenti. Ha pubblicato il saggio “Mamma non mamma: la sfida di essere madri nel mondo di Harry Potter” nell’antologia benefica Potterologia: dieci as-saggi dell’universo di J.K. Rowling (CameloZampa Editore 2011); un suo racconto, intitolato “Zanna” è presente nell’antologia di racconti animalisti “Code di Stampa” (La Gru Edizioni 2011); ha pubblicato nel 2012 il suo romanzo d’esordio, Nient’altro che amare (Edizioni CentoAutori), vincitore del Premio Letterario Mondoscrittura, e nel 2013 ha partecipato al progetto di scolastica coordinato da Manuela Salvi “Prossima fermata… Italia!” (Onda Editore) scrivendo il capitolo dedicato alla regione Calabria. Ha curato l’antologia benefica “Dodicidio” per il progetto POP di La Gru Edizioni scrivendo il capitolo “Febbraio” (2013) e ha vinto il “Concorso Cercasi Jane” indetto dalla Domino Edizioni con la quale il 1 settembre 2013 è uscito il suo romanzo “Sirena all’orizzonte” secondo classificato al Premio Letterario Magiche rose 2014 di Fiuggi. A giugno 2014 invece è uscito Mira dritto al cuore per i tipi della Runa Editrice, mentre un secondo saggio sulle figure materne nella saga di Harry Potter dal titolo “Mamma non mamma: le madri minori nel mondo di Harry Potter” uscirà a gennaio sempre con Runa Editrice. Collabora con il portale di informazione online Rete-News.it (www.rete-news.it) scrivendo articoli di cronaca, costume e musica e con la rivista letteraria digitale e online Inkroci (www.inkroci.it ) in qualità di traduttrice.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...