ROBERTA VOLPI, EDITOR, INTERVISTA SU BABETTE BROWN.IT

volpibabs

Esiste una forma di lettura “critica” che si differenzia da una lettura “di evasione”? E se sì, quali sono le differenze, secondo te? La differenza per me è molto semplice: se sei un editor la tua sarà sempre una lettura critica e difficilmente riuscirai a evadere o a lasciare silente la parte di te abituata a valutare e verificare. Questo però, dal mio punto di vista, è un fattore aggiunto che mi permette di apprezzare le opere valide e non un fardello, e si rivela utile anche per lo scouting.

Tu come leggi criticamente? Ci sono tecniche che applichi alla lettura? Non posso dire di applicare una tecnica perché, se lo fai, applichi in modo esteso le tue conoscenze durante la lettura, poni le tue esigenze al cospetto della trama, e se indietro torna solo una sensazione positiva e avvolgente hai la consapevolezza di aver letto qualcosa di ben fatto sotto i vari punti di vista. Se devo rispondere da una prospettiva strettamente professionale, credo che le domande successive puntino il dito proprio su quello, e sarò più chiara.

Come si diventa editor? Hai fatto corsi per diventare editor? Non ho fatto corsi per imparare il mestiere e farne un impiego ufficiale, ma ho seguito un percorso naturale che a un certo punto ha preteso di essere il prescelto. L’essere editor non è per me solo una professione accolta in un determinato momento della vita: credo di esserci arrivata con il tempo e mentre maturavo me stessa e le mie competenze già in tempi scolastici, in una sorta di sfida per forse eccessiva passione verso la lingua. Scrivo da sempre e ho man mano affinato le conoscenze sui fondamenti della grammatica e delle radici della nostra lingua, con uno sguardo sempre più incuriosito verso la linguistica, l’etimologia e la narratologia. Nel corso del tempo ho letto e sperimentato la lingua attraverso pubblicazioni di autori diversi fino a mettere a confronto quello che, secondo me, era anche un po’ un’interpretazione della parola scritta. Ma come quando si fa una ricerca e se ne fa poi propria argomentazione, ho trovato le verità che cercavo e ho compreso la differenza tra la regola e l’interpretazione, e lì ho potuto far sì che la mia passione diventasse una professione di consulenza a tutti gli effetti. Si è trattato di un percorso evolutivo personale e professionale, ufficializzandosi poi diversi anni fa da un punto di vista anche fiscale; un percorso che considero essere stato illuminante e illuminato, da menti importanti, da intellettuali che hanno reso alla nostra lingua non solo pubblicazioni interessanti ed esigenti ma necessari […]

<<<<L’intervista continua qui>>>>

Informazioni su amnerisdicesare

italiana nata a Sao Paulo del Brasile, vive a Bologna. Sposata a un medico calabrese, mamma e moglie a tempo pieno, collabora come free-lance per riviste femminili. Dal 2005 gestisce il F.I.A.E. – Forum Indipendente Autori Emergenti http://fiaeforum.freeforumzone.leonardo.it, insieme gruppo e laboratorio di editing autogestito per scrittori emergenti. Ha pubblicato il saggio “Mamma non mamma: la sfida di essere madri nel mondo di Harry Potter” nell’antologia benefica Potterologia: dieci as-saggi dell’universo di J.K. Rowling (CameloZampa Editore 2011); un suo racconto, intitolato “Zanna” è presente nell’antologia di racconti animalisti “Code di Stampa” (La Gru Edizioni 2011); ha pubblicato nel 2012 il suo romanzo d’esordio, Nient’altro che amare (Edizioni CentoAutori), vincitore del Premio Letterario Mondoscrittura, e nel 2013 ha partecipato al progetto di scolastica coordinato da Manuela Salvi “Prossima fermata… Italia!” (Onda Editore) scrivendo il capitolo dedicato alla regione Calabria. Ha curato l’antologia benefica “Dodicidio” per il progetto POP di La Gru Edizioni scrivendo il capitolo “Febbraio” (2013) e ha vinto il “Concorso Cercasi Jane” indetto dalla Domino Edizioni con la quale il 1 settembre 2013 è uscito il suo romanzo “Sirena all’orizzonte” secondo classificato al Premio Letterario Magiche rose 2014 di Fiuggi. A giugno 2014 invece è uscito Mira dritto al cuore per i tipi della Runa Editrice, mentre un secondo saggio sulle figure materne nella saga di Harry Potter dal titolo “Mamma non mamma: le madri minori nel mondo di Harry Potter” uscirà a gennaio sempre con Runa Editrice. Collabora con il portale di informazione online Rete-News.it (www.rete-news.it) scrivendo articoli di cronaca, costume e musica e con la rivista letteraria digitale e online Inkroci (www.inkroci.it ) in qualità di traduttrice.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...