I NUMERI MI PARLANO, MA NON SO BENE COSA VOGLIANO DIRMI.

 

Da un po’ di tempo ho iniziato a fare più attenzione ai numeri.
In realtà, sul potere catartico e comunicativo dei numeri ho sempre creduto. Detesto la matematica, quando arrivo a una certa difficoltà di calcolo o un ragionamento più elaborato che richieda un percorso logico sui calcoli, i numeri sfocano e si intrecciano e i miei occhi perdono la capacità di vedere. Tutto diventa appannato, la testa mi gira, e i calcoli sfumano come vapore che esca da una sigaretta elettronica.
Ma se si tratta di chiedere alla mia giornata se una determinata cosa va fatta proprio in quel giorno, ecco che mentalmente inizio a contare, sommando i numeri della data in questione, aggiungendoli al mio “numero” personale e se il risultato si posiziona su un numero a me simpatico (Il 3, il 7, l’8 o il 9) allora quella cosa la faccio più volentieri.
In molti romanzi che ho scritto ci sono calcoli inconsci numerologici (le date di nascita dei personaggi, per esempio).
Insomma, mi piacciono i numeri, mi affascinano ma detesto utilizzarli per scopi material-matematici.
Ultimamente mi è capitato di osservare un fenomeno strano.
Mi ritrovo a muovermi per casa, dove gli orologi digitali hanno sostituito il buon vecchio orologio con le lancette (che continuo a preferire in assoluto sul polso e in qualche parete della cucina). Spesso, quando il mio sguardo cade sull’ora, mi ritrovo a constatare che quell’ora è composta da numeri uguali. 11:11, 15:15, 18:18, oppure 10:01, 20:02, 00:00. Stessa cosa succede quando l’occhio cade sull’ora del computer.
E non so perché, ogni volta che succede, sento dentro di me una piccola parte nascosta che esulta.
So che quando mi capita i leggere questi numeri uguali, mi sento bene.
Siccome ho spesso dato poca attenzione ai rituali, alle manie, ai tic personali, cercando di non ascoltarmi poi troppo, ho ignorato questa cosa fino a qualche ora fa.
Oggi incuriosita, pensando che fosse solo una fissa mia, sono andata su internet e ho “chiesto a Google-L’Oracolo“.
E sono finita in questi siti web qui,

Quando gli angeli danno i numeri
Messaggi dagli angeli
Diario di una ragazza indaco
Significato dei numeri doppi angelici

con tanto di spiegazione di questo strano fenomeno.
Pare che i numeri uguali siano dovuto al fatto che gli Angeli vogliono parlarti.

E mi sono stupita:
– da tempo gli Angeli mi affascinano.
– ho scritto un saggio sugli Shadowhunters, che sono personaggi di una saga di Cassandra Clare i cui Angeli sono tra i personaggi principali. (Il saggio uscirà in una multi-antologia sul Fantastico per ragazzi edito da Runa Editrice a breve).
– in Brasile, gli Angeli Custodi sono figure importantissime nella vita religiosa delle persone.
– spesso io parlo e prego il mio Angelo e quello delle persone a me care, ma a volte anche delle persone che mi sono nemiche.
Ok. E’ un fatto. Sono pazza.
Ma non me ne preoccupo affatto.

Informazioni su amnerisdicesare

italiana nata a Sao Paulo del Brasile, vive a Bologna. Sposata a un medico calabrese, mamma e moglie a tempo pieno, collabora come free-lance per riviste femminili. Dal 2005 gestisce il F.I.A.E. – Forum Indipendente Autori Emergenti http://fiaeforum.freeforumzone.leonardo.it, insieme gruppo e laboratorio di editing autogestito per scrittori emergenti. Ha pubblicato il saggio “Mamma non mamma: la sfida di essere madri nel mondo di Harry Potter” nell’antologia benefica Potterologia: dieci as-saggi dell’universo di J.K. Rowling (CameloZampa Editore 2011); un suo racconto, intitolato “Zanna” è presente nell’antologia di racconti animalisti “Code di Stampa” (La Gru Edizioni 2011); ha pubblicato nel 2012 il suo romanzo d’esordio, Nient’altro che amare (Edizioni CentoAutori), vincitore del Premio Letterario Mondoscrittura, e nel 2013 ha partecipato al progetto di scolastica coordinato da Manuela Salvi “Prossima fermata… Italia!” (Onda Editore) scrivendo il capitolo dedicato alla regione Calabria. Ha curato l’antologia benefica “Dodicidio” per il progetto POP di La Gru Edizioni scrivendo il capitolo “Febbraio” (2013) e ha vinto il “Concorso Cercasi Jane” indetto dalla Domino Edizioni con la quale il 1 settembre 2013 è uscito il suo romanzo “Sirena all’orizzonte” secondo classificato al Premio Letterario Magiche rose 2014 di Fiuggi. A giugno 2014 invece è uscito Mira dritto al cuore per i tipi della Runa Editrice, mentre un secondo saggio sulle figure materne nella saga di Harry Potter dal titolo “Mamma non mamma: le madri minori nel mondo di Harry Potter” uscirà a gennaio sempre con Runa Editrice. Collabora con il portale di informazione online Rete-News.it (www.rete-news.it) scrivendo articoli di cronaca, costume e musica e con la rivista letteraria digitale e online Inkroci (www.inkroci.it ) in qualità di traduttrice.

4 thoughts on “I NUMERI MI PARLANO, MA NON SO BENE COSA VOGLIANO DIRMI.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...