NON SO TROVARE LE PAROLE

Non sono uno scrittore.
Uno scrittore saprebbe trovare le parole, in questo momento.
Saprebbe scrivere ciò che gli sgorga dall’anima, ciò che prova.
Io sono solo un’incapace.
Qualcuna che ogni tanto trovava una bella frase e la buttava giù sul foglio.
Ma che nei momenti peggiori, quelli come questo, di Orlando, non sa fare altro che osservare attonita e lascia montare dentro di sé la rabbia e lo sconforto.
Non sono uno scrittore, una scrittrice.
Perché non so trovare le parole.
So solo desiderare che si faccia silenzio.
Che ci si raccolga, anche in posizione fetale, e si pianga interiormente, si viva il lutto, in maniera silenziosa ma determinata, forte.
Che non è perché erano “gay, poverini”. Che non è perché erano diversi.
No, quei ragazzi, quei 50 giovani erano uguali a me. SONO uguali a me. Non hanno niente di diverso. Non hanno niente di particolare tatuato sulle braccia o sul cuore. Era, SONO, ragazzi che una notte di inizio estate volevano ballare e divertirsi, incontrare qualcuno da amare, ballare con chi amavano, gridare la propria voglia di vivere. E cosa c’è di diverso in quello che faccio, penso, dico io tutti i santi giorni?
Non sono uno scrittore.
Uno scrittore saprebbe farlo molto meglio di me.
Io sono solo una che è così stanca di questo odio. Che non ne può più dell’odio di chi discrimina, di chi allontana, di chi emargina e di chi per un perverso scopo, a me sconosciuto e incomprensibile, usa la religione per dilaniare la vita di altri.
Non sono uno scrittore.
Sono solo una persona. Inetta e impotente.
Che è stanca di odio. E che non odierà in risposta.
Non sono uno scrittore. Perché non so trovare le parole.

p.s.: Solo una cosa, Ti chiedo: Tu che hai allontanato, emarginato, tacciato di abominio chi ama non secondo i Tuoi schemi, adesso non provarci nemmeno a solidarizzare, a lanciare messaggi buonisti. Resta nella Tua. E, se puoi, fai silenzio. Per rispetto di quella Vita Umana che dici di voler santificare ma che con il tuo radicalismo e l’odio che i tuoi adepti seminano e spargono come il più letale dei veleni hai contribuito a distruggere. Fai silenzio. Stai nel Tuo. 

#PrayersForOrlando
#NonAvreteIlMioOdio
#CanYouTellMeWhy

Advertisements

Informazioni su amnerisdicesare

italiana nata a Sao Paulo del Brasile, vive a Bologna. Sposata a un medico calabrese, mamma e moglie a tempo pieno, collabora come free-lance per riviste femminili. Dal 2005 gestisce il F.I.A.E. – Forum Indipendente Autori Emergenti http://fiaeforum.freeforumzone.leonardo.it, insieme gruppo e laboratorio di editing autogestito per scrittori emergenti. Ha pubblicato il saggio “Mamma non mamma: la sfida di essere madri nel mondo di Harry Potter” nell’antologia benefica Potterologia: dieci as-saggi dell’universo di J.K. Rowling (CameloZampa Editore 2011); un suo racconto, intitolato “Zanna” è presente nell’antologia di racconti animalisti “Code di Stampa” (La Gru Edizioni 2011); ha pubblicato nel 2012 il suo romanzo d’esordio, Nient’altro che amare (Edizioni CentoAutori), vincitore del Premio Letterario Mondoscrittura, e nel 2013 ha partecipato al progetto di scolastica coordinato da Manuela Salvi “Prossima fermata… Italia!” (Onda Editore) scrivendo il capitolo dedicato alla regione Calabria. Ha curato l’antologia benefica “Dodicidio” per il progetto POP di La Gru Edizioni scrivendo il capitolo “Febbraio” (2013) e ha vinto il “Concorso Cercasi Jane” indetto dalla Domino Edizioni con la quale il 1 settembre 2013 è uscito il suo romanzo “Sirena all’orizzonte” secondo classificato al Premio Letterario Magiche rose 2014 di Fiuggi. A giugno 2014 invece è uscito Mira dritto al cuore per i tipi della Runa Editrice, mentre un secondo saggio sulle figure materne nella saga di Harry Potter dal titolo “Mamma non mamma: le madri minori nel mondo di Harry Potter” uscirà a gennaio sempre con Runa Editrice. Collabora con il portale di informazione online Rete-News.it (www.rete-news.it) scrivendo articoli di cronaca, costume e musica e con la rivista letteraria digitale e online Inkroci (www.inkroci.it ) in qualità di traduttrice.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...