TIENITI STRETTI I SOGNI

Immagine presa da Google Images

Sono stata tante volte a Parigi da ragazzina, da interprete ventenne e l’ultima volta è stata al mio primo viaggio in Brasile, una tappa di mezza giornata, trascorsa a passeggiare per le vie de la Cité anziché stazionare dentro un aeroporto, mentre con entusiasmo mostravo a mio marito la Città più bella del mondo (Non avevo ancora visto Rio de Janeiro).
“Non ti preoccupare, ci torneremo presto, devo mostrarti tutto, dobbiamo andare al Louvre, dobbiamo andare a Montmartre, a vedere Notre Dame” continuavo a ripetere mentre correvamo ché il tempo era poco e Parigi in sei ore non si riesce neppure a vedere di striscio.
“Non ti preoccupare, ci torneremo” confermava lui “Che la voglio vedere bene, me la voglio gustare”.
Sono passati trent’anni e a Parigi non ci siamo mai più tornati: la vita. I figli, il mutuo, l’università. Il tempo. La salute che manca sul più bello. Ma quel sogno, quella speranza che, sì, dai, ci torneremo prima o poi, quello è rimasto.
Sì, ci torneremo. 
Il mio sogno me lo tengo bello stretto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.