TERRA CHIAMA AMNERIS

E’ un po’ difficile, stamattina, ancora immersa nel clima fumoso e onirico delle due giornate appena trascorse, rientrare alla vita di tutti i giorni, con le sue incombenze: letti da fare, pranzo e cena da programmare, spesa, bollette, posta, banca e via discorrendo. 
Per due giorni sono stata avvolta in una bellissima bolla a-temporale formata solo da conversazioni su libri, sceneggiature, autori – famosi e sconosciuti – , case editrici, politiche editoriali, editing, scrittura, tanta, tantissima scrittura, idee, progetti, plot, aspirazioni, sogni, disillusioni, dubbi, contestazioni.
Adesso Terra chiama Amneris ed è meglio tornare a camminare sul ghiaino crocchiante che è la Vita Reale, la buona, sana, “normale” vita del Quotidiano che dovrebbe – in teoria – regalare un sereno ritorno alle piccole cose che contano veramente.
Ma questa due giorni di Macerata organizzat da www.scriverefestival.it, con speed-date di Agenzie Letterarie e Case Editrici di qualità, conferenze su scrittura e sceneggiatura, è stato come ubriacarsi, come finalmente essere là dove si è sempre voluti stare, ed è una sensazione magnifica anche solo il ricordarlo, oggi, ancora stremata per le lunghe camminate (Macerata è la San Francisco de noantri?).
Parlare per ore, giornate intere, di qualcosa che ti è così profondamente dentro da accompagnarti sempre e il poterlo avere nella sua pienezza quale protagonista di questi due giorni è stato come ritornare a casa, o meglio, ritornare indietro di una quarantina d’anni e rivedersi adolescenti, giovani e pieni di speranze, impazienti di scoprire come si sarebbe stati da lì a cinque, dieci, quindici anni. 
Forse la vera “macchina del tempo” è proprio questa, il far riemergere ciò che ha sempre brillato dentro, bruciato sotto la cenere di un vivere inesorabile, e renderlo fuoco ardente anche solo per qualche – seppur lungo – istante.
In ogni caso, chiedo scusa per queste mie parole sconclusionate – nemmeno io a questo punto so bene dove volessi andare a parare, se non il testimoniare l’entusiasmo per l’esperienza vissuta, e ringraziare gli organizzatori di Scrivere Festival per l’incredibile opportunità ricevuta – e mi accommiato sorridente a riprendere a rimestare il sugo per il pranzo, lavare l’insalata, rammendare i calzini un po’ puzzolenti del figlio minore che tanto ha fatto il tifo per me in questi giorni.

Annunci

Informazioni su amnerisdicesare

italiana nata a Sao Paulo del Brasile, vive a Bologna. Sposata a un medico calabrese, mamma e moglie a tempo pieno, collabora come free-lance per riviste femminili. Dal 2005 gestisce il F.I.A.E. – Forum Indipendente Autori Emergenti http://fiaeforum.freeforumzone.leonardo.it, insieme gruppo e laboratorio di editing autogestito per scrittori emergenti. Ha pubblicato il saggio “Mamma non mamma: la sfida di essere madri nel mondo di Harry Potter” nell’antologia benefica Potterologia: dieci as-saggi dell’universo di J.K. Rowling (CameloZampa Editore 2011); un suo racconto, intitolato “Zanna” è presente nell’antologia di racconti animalisti “Code di Stampa” (La Gru Edizioni 2011); ha pubblicato nel 2012 il suo romanzo d’esordio, Nient’altro che amare (Edizioni CentoAutori), vincitore del Premio Letterario Mondoscrittura, e nel 2013 ha partecipato al progetto di scolastica coordinato da Manuela Salvi “Prossima fermata… Italia!” (Onda Editore) scrivendo il capitolo dedicato alla regione Calabria. Ha curato l’antologia benefica “Dodicidio” per il progetto POP di La Gru Edizioni scrivendo il capitolo “Febbraio” (2013) e ha vinto il “Concorso Cercasi Jane” indetto dalla Domino Edizioni con la quale il 1 settembre 2013 è uscito il suo romanzo “Sirena all’orizzonte” secondo classificato al Premio Letterario Magiche rose 2014 di Fiuggi. A giugno 2014 invece è uscito Mira dritto al cuore per i tipi della Runa Editrice, mentre un secondo saggio sulle figure materne nella saga di Harry Potter dal titolo “Mamma non mamma: le madri minori nel mondo di Harry Potter” uscirà a gennaio sempre con Runa Editrice. Collabora con il portale di informazione online Rete-News.it (www.rete-news.it) scrivendo articoli di cronaca, costume e musica e con la rivista letteraria digitale e online Inkroci (www.inkroci.it ) in qualità di traduttrice.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.