E SI LEGGE…

Un anno strano, questo 2017 che sta volgendo al termine. Strano perché è stato un fermento continuo di idee e progetti ma, per ciò che mi riguarda, con pochissime nuove realizzazioni. Molte, moltissime letture. Goodreads mi informa che ho già vinto la GDR Challenge per il 2017 con 200 letture al traguardo (ma le ho già superate di poco) e questo non può che farmi davvero contenta. Il problema è che… di queste 200 letture ne ricordo si e no una decina, forse anche meno. Il leggere matto e disperatissimo, a volte non paga.

Per fare un bilancio sulle mie letture di quest’anno, inizierò con il citare quelle che mi sono rimaste impresse e che ritengo degne di un cenno:

Il ragazzo ombra, Laura Costantini
I cento colori del blu, Amy Harmon
Wonder, R.J. Palacio
Tredici, Jay Asher
Sei il mio sole anche di notte, (Making faces) Amy Harmon
Quando Giulio tornò single, Paolo Capponi

questi i libri letti nella versione tradotta in italiano o scritti da autori italiani (notate, questi ultimi sono soltanto due).

Per le letture – sempre in prevalenza ultimamente – in lingua originale, le letture davvero di pregio per quel che mi riguarda sono state:

The Tin Box, Kim Fielding
Rattlesnake, Kim Fielding
Sidecar, Amy Lane
Innocence, Suki Fleet
Wolfsong, TJ Klune

e se si possono considerare “letture” anche se in realtà li ho tradotti quest’anno ma letti già in passato:

John & Jackie, TJ Klune
This is not a love story, Suki Fleet

Quindi, non mi resta che augurarvi tante ottime letture in questo Natale 2017

Annunci

HARRY POTTER MAMMA NON MAMMA LE MADRI MINORI AL 25° POSTO SU AMAZON

Ogni tanto, una bella notizia…

11128267_909304709113081_5658600075149918587_n

“Mamma o non mamma: le madri minori nell’universo di ‪#‎HarryPotter‬“, il saggio di Amneris Di Cesare, 25° posto classifica Amazon.it Storia della letteratura e critica letteraria
http://amzn.to/1ec0O0f
‪#‎runaeditrice‬ ‪#‎saggistica‬ ‪#‎ebook‬ ‪#‎kindle‬

FACCIAMO IL PUNTO. NOVE COSE CHE HO FATTO O STO FINENDO DI FARE.

 

#PuntoDellaSituazione:

  1. Tre manoscritti di amiche scrittrici proposti a editori e accettati, uno dei quali già pubblicato, uno in uscita, l’ultimo spero anch’esso prossimissimo in uscita;
  2. Un manoscritto di amica scrittrice debuttante, che contrariamente al gusto dei “lettori magistrali” a me piaceva e che, da pochissimo ho saputo essere stato accettato dalla MIA casa editrice (quella per cui collaboro ora).
  3. Quattro mini-romanzi (diventeranno 3 ebook e 2 libri di carta) di scrittrice straniera letti, apprezzati, proposti a casa editrice, richiesto diritti esteri, ottenuti, da me tradotti, e presto pubblicati.
    Felice io.
    Son libri controversi, argomento difficile e particolare, ma belli.
    Molto intensi, emozionalmente parlando.
  4. Saggio su scrittura romance in buona dirittura di arrivo. Spero di riuscire a scrivere la parola fine in due, massimo tre settimane.
  5. Saggio su saga fantasy pazzesca, che amo e che apprezzo da morire che sta per esser iniziato.
  6. Giornata sul Fantasy da organizzare per seconda metà dell’anno.
  7. #ioleggodifferente, movimento per stimolare alla lettura di libri di nicchia, diversi, non bestseller che parte e approda al suo sito web personale.
    E’ bello!
  8. Rimane incerto il destino del progetto a cui tenevo di più, quello degli albi per bambini con argomento difficile. Ma non dispero. So che alla fine riuscirò anche in questo.
  9. Last but not least: #ilmanoscrittocheodio è in fase di editing e uscirà, anche se sotto pseudonimo e in ebook.

Cinque mesi di lavoro e nessun romanzo scritto.
Ma di scrittura, anche se altrui, continuo ad occuparmi. Perché io la SCRITTURA LA AMO.

COME FUNZIONA #ioleggodifferente: LO SPIEGA BEATRICE TIBERI

cultora

La giornalista Beatrice Tiberi, sul sito Cultora spiega come funziona il movimento #ioleggodifferente:

 

Eccomi di nuovo.

Sono stata assente, ma intendo rimediare in tempi rapidi. Il sito http://www.ioleggodifferente.it è online, ancora in fase di lavorazione, ma cliccabile.

Il progetto (lo potete leggere qui: http://ioleggodifferente.it/il-progetto/) è ben esposto nel comunicato stampa, ma vedo le organizzatrici abbastanza in affanno nel tentativo di dirimere tutti i dubbi che lettori – autori – editori continuano a porre, spesso senza aver prima fatto lo sforzo di dare una letta in giro. E allora cerco io di fare chiarezza:

LO SCOPO, dichiarato, è quello di portare sotto il naso dei lettori (dicesi lettori coloro che leggono almeno un libro ogni due o tre mesi) nomi, pagine, copertine, contenuti e titoli che non potrebbero trovare se non facendosi carico di un certosino lavoro di ricerca nelle migliaia di uscite libresche quotidiane. Dice: ma è pubblicità? E-sat-ta-men-te! Le piccole case editrici indipendenti non hanno la possibilità di tartassare a botte di marketing selvaggio la platea dei lettori e spesso roba di qualità passa sotto silenzio perché non  ha visibilità. Le organizzatrici, bontà loro, hanno deciso di dare una mano e chi approva lo scopo è chiamato, quale che sia il suo ruolo, a fare altrettanto senza aspettare la manna dal cielo.

COME FUNZIONA: il meccanismo è facilissimo, scontato, senza misteri. L’autore che decide di volersi far conoscere mette a disposizione (in combutta con il proprio editore) una copia del proprio libro (cartaceo o e-book, non ci sono preclusioni) e fornisce alle organizzatrici la propria biografia, una foto, la copertina del libro, l’incipit e qualche stralcio. Il necessario per approntare la vetrina del proprio spazio sul sito. A quel punto i lettori potranno spulciare, leggere ed eventualmente commentare incipit e stralci. Tra i commentatori l’autore sceglierà, a proprio insindacabile giudizio, a chi fare omaggio della copia. Il lettore omaggiato dovrà scattarsi un selfie con il libro e postarlo sui social (tutti i social a questo punto hanno uno spazio #ioleggodifferente), leggere, recensire (con sincerità, senza piaggerie) e poi decidere a chi passare il libro per un’altra lettura. Un passalibro.

CHI PUO’ PARTECIPARE:

– GLI AUTORI che abbiano pubblicato un romanzo con una CE tassativamente non a pagamento. Il progetto non è aperto al self-publishing. Sinceramente non sono del tutto d’accordo ma capisco la decisione delle organizzatrici.

<<<<continua sul sito Cultora>>>>

SIMBOLO_FINALE_LEGGO_vuoto

“MAMMA NON MAMMA” IN CLASSIFICA SU AMAZON.IT

Runa Editrice:

“Mamma o non mamma: le madri minori nell’universo di Harry Potter”,
saggio diAmneris Di Cesare in ‪#‎TOP50‬ ‪#‎Amazon‬
Storia della letteratura e critica letteraria
http://amzn.to/1DOwgri

‪#‎runaeditrice‬ ‪#‎saggi‬ ‪#‎fantasy‬ ‪#‎HarryPotter‬

Un immenso grazie a chi ha creduto e sta credendo in ciò che scrivo: 

 

18583_902054639838088_2650738940526933545_n

PROFESSARE PROFESSIONI

10411207_10152839546572639_1140649365651427930_n

 

#ProfessareProfessioni

Eh…
pure io ho un blog…
Eh!

UNA MUSA E’ UNA MUSA: SEMPRE

#‎MikaMyMuse‬
… all’improvviso, dopo tante settimane di silenzio, di voli “altrove”, di occhi a mandorla e profumi esotici, dalla camera a fianco, dal computer di mio figlio le note di una canzone “magica” e molto amata, le voci delicate e familiari.
E’ un tuffo al cuore.
Quello che ha accompagnato tre anni di sogni, immagini, deliri, scritture, fanfiction, occhi a cuoricino esplode in me e ritorna vivo.
Non era un fuoco di paglia.
Non è un amore finito.
Mika è la mia Musa e lo sarà, ormai, sempre
Sto solo aspettando, in questo letargo silenzioso, che lui riaffiori con nuove sonorità e suggestioni.
Manca ancora poco, comunque. Questo lo so bene.
https://www.youtube.com/watch?v=tPCvhfdIUkg

MANGA OBSESSION: GAME OVER

 

‪#‎MangaObsession‬
Ci sono cose di cui sono grata, e l’essermi appassionata ai manga in un tempo recente, è una di queste.
Perdermi Ao Haru Ride, la storia d’amore contrastata e bellissima di questi due giovani protagonisti non me lo sarei mai perdonato, altrimenti.
Adesso questo manga è terminato. E con un po’ di rammarico, sono felice di averlo seguito passo passo, capitolo dopo capitolo…

42

50 SFUMATURE DI PUDORE

‪#‎50SfumatureDiPudore‬
Ebbene sì.
Io le 50 sfumature le ho lette…
(Gabriella, te possino!)
Tutti e tre i libri.
Ma NON me ne vanto.
‪#‎Pudica‬

quintilio-corbellini-il-pudore

TUTTO IL MONDO E’… CUCINA!

#TuttoIlMondoèCucina
#‎SimilitudiniInCucina‬
#
CazzeggioWeb

A Tokyo si chiama “Ramen
A Seoul si chiama “Ramyun
A Bologna si chiamano “Tagliolini in brodo
Tutto il mondo è paese…

tagliolinibrodo