SARA’ TRISTE LA NOTTE: UN COMMENTO

Mi si apre la chat di Facebook, così, all’improvviso, di sera, non è ancora molto tardi ma già sto meditando di spegnere tutto e andarmene a leggere un libro (uno dei tanti che ho sul Kindle). E’ un commento. Sulle prime non capisco, ma poi sì. Un commento a un mio racconto, scritto per un concorso di noto liquore al caffé, ovviamente nemmeno preso in considerazione, e quindi spedito alla rivista Inkroci.it con la quale collaboro da qualche anno per traduzioni. Sarà triste la notte? Un racconto, breve, del quale vado particolarmente fiera. Ma di cui mi ero dimenticata. Gransage Sage, l’amico di facebook appena acquisito ha contribuito a ricordarmelo.

 

Immagine

Ecco, quando ti arrivano queste belle sorprese qua, tutti i dubbi che ti assillano la mente scompaiono all’istante come per magia.
Sarà triste la notte?
racconto pubblicato su Inkroci
http://www.inkroci.it/…/racc…/sar%C3%A0-triste-la-notte.html

Annunci

MIRA DRITTO AL CUORE: LA RECENSIONE DI HEIKO CAIMI SU INKROCI

inkroci

 

Heiko Caimi per Inkroci

http://www.inkroci.it/cultura_cinema/recensioni-film-recensioni-libri-recensioni-musica/recensioni-bonsai/mira-dritto-al-cuore.html

Anche l’amore si complica quando c’è di mezzo un’amicizia

La relazione di Sarah e Thomas, a partire dall’adolescenza fino alla drammatica maturità, nasce come un’amicizia e sembra non poter avere un futuro diverso, anche perché i contrasti con i rispettivi compagni, Andrea e Marta, chiudono inesorabilmente il loro destino nonostante Rudy, amico di Sarah, faccia di tutto per avvicinarli. Forse la felicità si può raggiungere, ma c’è sempre un prezzo da pagare.
L’autrice ci narra le disavventure di una coppia che non si ritiene tale con una struttura che ricorda quella di alcuni indimenticabili film di Raffaello Matarazzo e uno stile garbato, quasi d’altri tempi, concedendosi però improvvisi soprassalti di erotismo e alternando momenti drammatici ad altri poetici e introspettivi. Alla fine del romanzo sembrerà di conoscere i protagonisti e di aver fatto un pezzo di strada con loro. Consigliato a chi ama le storie d’amore complicate.

MIRA DRITTO AL CUORE: RECENSIONE DI MELOLEGGO.IT


RECENSIONE DI MARZIA GIOSA PER MELOLEGGO.IT 

meloleggo

“Mira dritto al cuore”, il nuovo romanzo di Amneris Di Cesare,  ho iniziato a leggerlo con entusiasmo, attirata forse dalla copertina e da questo titolo così d’effetto. Non sono rimasta delusa.

Questa è una storia che vi prenderà sin dal principio, coinvolgendovi nella complicata vita di Sarah che, nelle più di 300 pagine, imparerete a conoscere ed ad amare non solo per i suoi sentimenti ma anche per la forza e il coraggio che nasconde nella rassegnazione nei confronti della realtà. Sarah è solo una ragazzina, ma  capirà ben presto che l’amicizia e l’amore sono legati da un invisibile filo sottile, imparando a sue spese che i sentimenti che proviamo possono cambiarci nello spirito e nel corpo. È così che diventa piano piano una donna, un passo alla volta. Thomas e Rudy, i due ragazzi che incontra sul suo cammino, le cambieranno la vita ognuno a suo modo, saranno i tasselli che il destino le presenterà per costruire il proprio futuro, per capire quanto è difficile dar retta al cuore e sapere di cosa esattamente si ha bisogno nella vita e soprattutto per realizzare i propri desideri.

È una storia romantica, passionale e ricca di sfumature, e descrive anche le diverse facce attraverso cui l’amore può presentarsi, anche quella più violenta e carica di odio che alcuni uomini manifestano quando provano “troppo” amore o quando, semplicemente, sono troppo insicuri. Sarah cadrà diverse volte ma sempre, pur distrutta nell’animo,  si rialzerà, pronta ad andare avanti e ad  affrontare il destino. Per  quanto ogni scelta si possa presentare ardua, tenterà di trovare la forza necessaria per sopportare e resistere.

Amneris Di Cesare è riuscita a raccontare la storia di una donna e al tempo stesso di tante donne, di emozioni che sanno lasciarci senza fiato e di altre che possono sfinirci e pietrificarci, della vita e dei sogni, ma soprattutto dell’amore, quello vero, quello che tutti, senza eccezioni, sperano di trovare.

Amneris Di Cesare gestisce il F.I.A.E. (Forum indipendente autori emergenti), nel 2013 ha vinto il premio Mondoscrittura con il suo romanzo Nient’altro che amare e lo stesso anno ha vinto anche il concorso ” Cercasi Jane” con il romanzo Sirena all’orizzonte. Collabora con il portale dell’informazione on line Rete-News.it e con la rivista letteraria Inkroci in qualità di traduttrice.

 


WILL THE NIGHT BE SAD? SU INKROCI LA VERSIONE INGLESE

inkroci-magazine-6_L

 

She falls quietly in silence. That’s how she does it in any case. Slowly slipping from twilight to evening, and without a breath she becomes night. In complete solitude. Will the night be sad? I think she is, despite the colourful lights of the neon signs and men’s pathetic attempts to turn her on. She remains on the sidelines watching, observing, smiling, feeling sorry for them. I understand the night. Because she’s like me. Not just because I am always dressed in black and my hair, my nails, my lips and the bags under my eyes are the colour of darkness; it is because I really understand her. She lives inside of me. I am the night. And she is me. It was from the moment I lost everything that I understood. Nothing else could penetrate my pain and stick to it so well. <<<<CONTINUED>>>>

SARA’ TRISTE LA NOTTE? UN MIO RACCONTO INEDITO SU INKROCI.IT

Immagine

Da qualche mese collaboro come traduttrice dall’italiano all’inglese per questa rivista molto bella e ben fatta, Inkroci.it fortemente voluta e diretta dal mio primo amico in rete nell’ambito della scrittura, Heiko Caimi.

Copertina-ITALIANA-n6L

Nel prossimo numero, il n.6, un mio racconto noir, Sarà triste la notte?  Ne sono profondamente orgogliosa. Primo, i racconti pubblicati su Inkiostro.it sono tutti molto belli e la selezione che vien fatta prima di pubblicarli è strettissima, secondo l’illustrazione di Samantha Franza mi ha lasciato a bocca aperta. La trovo stupenda. Quindi, mi “ingioiello” del piccolo successo che è aver qualcosa di mio su questa bella rivista e mi metto a passeggiare per la rete pavoneggiandomi di brutto. Lasciatemi un po’ di autoreferenzialità, ve ne prego!

Il racconto “Sarà triste la notte?” di Amneris Di Cesare su Inkroci.it n.6 lo potrete leggere integralmente qui