Il complesso di Didone. Ma perché le donne toste perdono la testa per gli Enea?

Ho riso di gusto. Che si sappia 🙂

Il nuovo mondo di Galatea

20140715-102356-37436769.jpg

Questo post, con altri dedicati alle biografie di personaggi antichi, fa oggi parte del libro Didone, per esempio, Edizioni Ultra, che trovate in libreria e nei principali store on line. Anche in ebook: qui il link per amazon

Didone, per esempio, bravo chi la capisce. Io non ci sono mai riuscita. Ogni volta che prendo in mano l’Eneide mi piglia uno di quegli intorcoli di stomaco che solo la rabbia genera, quando non la puoi sfogare.

Ma come, dico io, benedetta figliola! Hai tutto. Ma tutto tutto, proprio tutto quello che una donna, se ha un briciolo di sale in zucca, può desiderare.

Sei bella. Non come una velinetta da strapazzo, di quelle che sono pezzi di carne buttati lì, con le poppe al vento ed una espressione stolida sulla faccia che nessun chirurgo estetico può cancellare. No, bella bella, perché hai una certa età, ma sei…

View original post 2.072 altre parole

Annunci

Statuto delle donne NON femministe (da applicarsi per coerenza)

L’Otto marzo scorso scrivevo questo:
https://amnerisdicesare.wordpress.com/2013/03/08/femminista-no-grazie-pero/
Ma direi che lo Statuto della Donna NON femminista è un buon punto di partenza per imparare a esser Femminista Per Davvero. Cosa  non affatto facile.

La Zitella Felice

Tra le mie letture in merito alla questione femminile, ci sono svariati blog e articoli di giornali on line. E tali articoli recano con sé spesso e volentieri centinaia di commenti. Ci sono i commenti dei soliti 4 mascolinisti che rompono da tutte le parti e non hanno nulla di meglio da fare, ci sono quelli dei suddetti mascolinisti che si nascondono dietro profili fake femminili per sentirsi supportati e infine ci sono quelli delle donne, che purtroppo credo siano veramente donne.

Ci sono donne che dicono che il femminismo è inutile/ha stufato, che non sopportano le femministe, che noialtre siamo tutte una manica di isteriche…e via così. Davanti a queste signorine, oltre a farmi cascare le braccia, a me viene una risposta sola: “NON VI RENDETE NEMMENO CONTO”, ma poiché non se ne rendono conto a me pare giusto che le nostre accettino con un grande sorriso i seguenti…

View original post 897 altre parole

Nasce il gruppo SPECTRE

Ottima iniziativa. 🙂

Fabrizio Valenza - il sito

readersA gennaio inoltrato, eccomi alla terza novità di quest’anno.

È nata la SPECTRE. Non sono agenti segreti, non sono artisti del crimine. Solo lettori e scrittori, votati a raggiungere un obiettivo: individuare eventuali manoscritti di buona qualità che, nella congerie di tutti quelli che circolano per internet, corrono il rischio di perdersi e di non avere una chance.

Per questo motivo Loredana Lipperini ha dato l’avvio, assieme a Isabella Moroni e a un nutrito gruppi di autori/lettori, alla S.P.E.C.T.R.E., Società Per Editare e Correggere Testi Ritenuti Eccellenti. Siamo pronti a dare un parere sul vostro manoscritto nel cassetto, perché prima di giungere a una casa editrice è spesso necessario l’occhio di un esterno.

Come fare per usufruire del servizio? Semplicissimo, basta mandare il manoscritto (o anche una semplice richiesta di informazioni) in formato .pdf o .doc all’indirizzo gruppospectre@gmail.com con una piccola mail di presentazione.

Il testo – gestito…

View original post 59 altre parole

Gli editori pagano l’affitto

RIBLOGGO FORTE E CHIARO!

Cetta De Luca

Questo è quanto mi ha detto la titolare di una “casa editrice” a PiùLibri PiùLiberi 2013. L’ho guardata e le ho risposto: “Pure gli scrittori, e allora?”. Ma partiamo dal principio. Sapete ormai tutti che lo scorso dicembre il gruppo NBA (NoBrandArt) è andato alla fiera suddetta con un messaggio dirompente: “Alla Fiera dell’editoria SENZA il supporto delle case editrici”. Lo stand è stato letteralmente preso d’assalto da aspiranti scrittori, scrittori in erba, giornalisti, lettori, curiosi e…da case editrici. Ma non case editrici qualunque, no. Le EAP. Anzi ne avevamo una (molto nota, tanto, ma proprio tanto…) proprio allo stand confinante. Ma veniamo al dunque. La signoratitolaredicasaeditricenonEAP (secondo lei), prima mi ha chiesto chi eravamo, cosa facevamo, insomma, le domande di prammatica e poi mi ha fatto un discorso surreale che diceva più o meno così (vado a memoria).

” Ma chi l’ha detto che gli autori non devono…

View original post 299 altre parole

FAMOSI CHE AMANO I PELOSI: CHI E’ IL PADRONE MISTERIOSO?

Che volete che vi dica? Amo scrivere di Mika e di tutte le sue belle qualità come artista e come persona. Questo articolo, scritto per il blog animalista Code di Stampa, mette in luce un’altra delle sue caratteristiche che lo rendono ancor più “luminoso” ai miei occhi.

Dodicidio: come lo facemmo

Esattamente questo. Non c’è bisogno che io aggiunga altro.

Wormhole Diaries

dod_1_how I did it

Dodicidioè stato finalmente pubblicato, la cosa non può che riempirmi di gioia ma c’è dell’altro. Si tratta della mia prima pubblicazione vera, attraverso una casa editrice seria (La Gru) dotata di grande coraggio (vedere catalogo per rendersene conto).
Ieri mi è pervenuta la copia del libro, toccare con mano il frutto di un lavoro tanto intenso e a cui ho contribuito ha generato delle emozioni nuove. Qualcuno mi ha chiesto cosa sto provando, cercherò di spiegarvelo in questo post, dove vi narrerò com’è nato tutto.

dod_2_fiae

Il FIAE (Forum Indipendente Autori Emergenti) è un luogo dove scrittori alle prime armi, aspiranti tali e facenti funzione si riuniscono, confrontandosi, sottoponendo il proprio lavoro ad altri i quali, in maniera del tutto disinteressata, espongono la propria opinione, sia essa positiva o negativa.
Avevo terminato da pochi mesi la stesura di un romanzo che mi aveva preso ben sei anni di vita, e…

View original post 1.902 altre parole

DODICIDIO ADESSO E’ REALTA’!

999345_597142663663346_2117603275_n

Clicca sulla foto e concediti un assaggio di #DODICIDIO!

IL LIBRO:
Un uomo sui cinquant’anni, un contabile, fissato con i numeri e i calcoli. Uno che si confonde tra la folla, che non si fa notare, che non vuole farsi notare. Fa bene il suo noioso lavoro; onesto, pignolo, puntuale, preciso. Un brav’uomo. Un Grigio, insomma.

Prima di Natale viene licenziato e il suo mondo frana improvvisamente. A farlo crollare è l’Ingegnere, padrone dell’azienda in cui lavora, uomo influente, di successo, introdotto negli ambienti che contano nella piccola cittadina dove vivono entrambi; lui diviene il nemico da abbattere, da eliminare.

Da anonimo uomo di provincia, e da neo disoccupato, eccolo quindi diventare il Protagonista, eccolo trasformarsi in eclettico serial killer che medita con accurata precisione, e minuziosa pedanteria, il delitto perfetto. Mese dopo mese ideerà nuovi fantasiosi tentativi di omicidio estrosamente perfezionati. Riuscirà a far fuori l’odiato Ingegnere, il Nemico? Lo scopriremo alla fine di un anno vissuto pericolosamente.

GLI AUTORI 
Fabio Musati, Amneris Di Cesare, Luca Fadda, Francesca De Logu, Francesca Montomoli, Falconiere Del Bosco, Luciana Ortu, Valerio Piga, Fabrizio Colonna, Lucia Guida, Cristiana Pivari, Cristina Lattaro, Massimiliano Mistri.

F.I.A.E.
Fondato il 21 novembre 2005, F.I.A.E. (Forum Indipendente Autori Emergenti), è uno spazio libero, gratuito e autogestito che ha come finalità la collaborazione e l’aiuto reciproco per potersi confrontare in maniera costruttiva e migliorarsi come autori.
http://fiaeforum.freeforumzone.leonardo.it/

IL PROGETTO BENEFICO: I.O.V.Art 
F.I.A.E. e Edizioni La Gru hanno deciso di donare parte del ricavato a I.O.V. Art. A partire da maggio 2008, presso l’Istituto Oncologico Veneto di Padova, è attivo I.O.V. Art, un Laboratorio Artistico promosso dall’Associazione culturale Lascuola36 su iniziativa di Maria Pia Soranzo Barbieri e Manuela Zambello, aperto ai pazienti in trattamento oncologico e ai loro familiari. Il Laboratorio Artistico, libero e gratuito, è uno spazio organiz-zato per accogliere i pazienti e dar loro la possibilità di avvicinarsi a vari linguaggi artistici ed esprimere così emozioni, sentimenti, disagi, durante un percorso terapeutico spesso difficile e doloroso.

Un libro che diverte, commuove, intriga, appassiona e… fa del bene! 

Recensione: NIENT’ALTRO CHE AMARE di Amneris Di Cesare

Mi piace talmente tanto questa recensione di Wormhole Diaries, che la ribloggo un’altra volta…

Wormhole Diaries

Image

Maria è una donna a cui la vita è riuscita a dare ogni male e ben poco bene, a partire da un viso brutto, contrastato da un corpo perfetto, e gli incisivi sporgenti che le hanno procurato il soprannome di zannuta. Seduta a un porticciolo, Maria ripercorre con la memoria la propria vita, l’infanzia con un padre crudele e una madre disinteressata, la violenza sessuale, il marchio della sgualdrina, l’isolamento e la cattiveria degli abitanti del suo paese e gli uomini. Tanti uomini, non tutti desiderati, che però le hanno lasciato dei figli, che ama più della propria vita. Può una donna che non ha nulla, nemmeno la speranza, ambire a un po’ di felicità?

Il primo errore in cui è possibile incappare è scambiare Nient’altro che amare per un semplice romanzetto rosa, complice anche una copertina tanto bella quanto fuorviante per le scelte cromatiche dell’edizione. Niente di più sbagliato…

View original post 985 altre parole

DODICIDIO FINALMENTE LA COPERTINA DEFINITIVA!

dodicidio cover def

 

Ecco la copertina definitiva di Dodicidio.
E’ un’emozione grandissima vedere realizzato un progetto nel quale si è creduto tanto fin dall’inizio.
E una grande soddisfazione.
Perché F.I.A.E. ancora una volta raggiunge un bell’obiettivo: costruire qualcosa di ben fatto, tutti insieme.
Sono orgogliosa del “mio” forum. Sono orgogliosa di F.I.A.E. e di averlo aperto, ormai quasi otto anni fa insieme a Fabio Musati.
Sono felice dei risultati ottenuti (tutti gli autori, all’epoca esordienti o solo aspiranti, hanno negli anni pubblicato più di una volta, e tutti non a pagamento!) e sono felice di aggiungere alla mia libreria personale un altro libro su cui c’è anche il mio nome in copertina.

Happy me!

Dieci cose che non devono accadere nella trama del vostro romanzo, se non volete che il vostro dattiloscritto cada dalle mani di chi lo leggerà

Ecco. Appunto.
Come volevasi dimostrare…

vibrisse, bollettino

View original post 946 altre parole