SIRENA ALL’ORIZZONTE

SIRENA ALL’ORIZZONTE ORA TRADOTTA IN PORTOGHESE: 

51ljJ4O8NVL

Original Title: Sirena all’orizzonte
Tradutora: Sandra Santos
Editora: Amarganta http://www.amarganta.eu/
ASIN: B01GF9RUCA
  • ISBN-10: 1533404410
  • ISBN-13: 978-1533404411
Edition Language: Portuguese
Paginas: 168
Su Amazon Kindle Unlimited Preço 0,00 Euros: link
Su Amazon paperback Preço Euros 10,40: link 
Marco, Federico e Gaetano, passam juntos um verão quente, em uma localidade descoberta por acaso. Ligados por um fio visível e invisível, unidos pela amizade e pelo desejo de amar, encontrarão Cecilia, a sereia loira que se deleita ao sol sobre uma rocha, e que iluminará os dias deles sobre a toalha de praia e habitará em seus sonhos, dissolvendo, enfim, os seus pesadelos. Quando cada nó for desfeito, diante a cada um deles, se abrirá um horizonte cheio de promessas.

Screenshot 2016-06-02 18.41.28


 

11427169_854434144641874_4187321964650726243_n

 


SIRENA ALL’ORIZZONTE RITORNA IN UNA VERSIONE COMPLETAMENTE RINNOVATA:

Nuovo editing: Cristina Lattaro
Nuova copertina: Cristina Lattaro
Nuovo booktrailer: Cristina Lattaro
Nuovo packaging: ebook
Nuovo Editore: Amarganta.eu

11406540_1021993207820307_2066455664137731627_o


SIRENA ALL’ORIZZONTE – RECENSIONI

INSAZIABILI LETTURE

GIADA GAUDINO:
12143246_10208031146006921_7134391550611206965_n


Oggi recensisco “Sirena all’orizzonte” di Amneris Di Cesare :

Avete voglia di un bel romanzo romantico che parli d’amore ma senza essere eccessivamente smielato facendovi rischiare il diabete? Una cosa del tipo: “La mia non è proprio fame ma è più voglia di qualcosa di buono” ?
Eccomi qui! Oggi sarò il vostro Ambrogio! Emoticon wink
E sul vassoio d’argento vi servo una vera e propria delizia, testata e gustata da me in primis (e mica vi posso dare cose scadenti?).
L’ho “assaggiato” per voi e vi dico che, sì, è roba buona davvero. Un piccolo grande momento di piacere che vale la pena assaporare.
Come al solito, io qualche premessina la devo sempre fare.
Su questo romanzo ne ho ben due:

1) mi sono imbattuta in questo libro per puro caso. Come qualcuno di voi già sa, qualche settimana fa sono stata alla Fiera dell’Editoria Indipendente a Farfa (RI) nella quale molte case editrici esponevano le opere da loro pubblicate. Io mi sono trovata proprio quando, presso lo stand della Casa Editrice Amarganta, stavano presentando questo libro. Ne sono stata attratta subito. Mi sono seduta praticamente a terra e sotto al sole cocente pur di ascoltare le parole dell’autrice. Le letture dei brani estratti dal romanzo mi hanno catturata immediatamente, sin dalle prime parole. Ovviamente l’ho acquistato in loco. Non potevo tornarmene a casa senza quel libro;

2) ci tengo a precisare che Amarganta non mi paga per farle pubblicità. Ma qualcuno di voi potrebbe chiedersi com’é che nel giro di un mese io abbia recensito ben tre delle opere che questa giovane casa editrice ha pubblicato. Beh, non è colpa mia se Amarganta ha un catalogo da urlo! E’ nata da poco ma è partita come un treno. C’é davvero l’imbarazzo della scelta e la selezione delle pubblicazioni è così eccellente che non si può non acquistarle e leggerle tutte (cosa che piano piano farò).

Detto ciò, veniamo al romanzo e partiamo come sempre dall’accattivante copertina lucida che raffigura una donna con le braccia sollevate verso il cielo in chiaro segno di libertà e illuminata appena dalle ombre del tramonto. Una donna libera che si lascia accarezzare dal mare. Presumibilmente una vera sirena, come lo siamo un po’ tutte noi donne.

Il plot: prendi tre amici (Marco, Federico e Gaetano). Prendi un’estate caldissima e piena di promesse. Prendi una macchina con cui fuggire via e una località calabrese dal mare cristallino e dalla sabbia profumata. Infine aggiungici l’incontro con Cecilia, una donna tanto bella quanto misteriosa che sarà l’oggetto del desiderio dei tre amici ma che saprà anche fornire loro la chiave per imparare a leggersi dentro e riuscire a trovare risposte a troppe domande lasciate in sospeso.
Diciamo che il protagonista principale é Marco ma la storia riguarda un po’ anche tutti gli altri. E’ un’intreccio di vite e di esperienze. L’amore è il muro maetro di tutto.
Innanzitutto questa storia è ambientata negli anni ’80 e stiamo parlando di una gioventù di trent’anni fa, molto diversa da quella attuale e, ahimè, forse anche migliore. Niente cellulari ma cabine telefoniche. Niente whatsapp ma DIALOGO…un dialogo vero tra le persone. Niente vacanze extralusso per far schiattare di invidia gli amici ma solo allegri falò in spiaggia con quattro lire in tasca ma tanta voglia di vivere. Baci rubati che fanno battere il cuore e tremare d’emozione. Mi ha ricordato tanto “Sapore di mare”.
Ognuno di questi ragazzi è stato innamorato. E non ne é uscito bene dall’incontro di boxe contro il proprio cuore. L’amore spesso è cattivo: delude, offende, confonde, calpesta i tuoi sogni. Ti taglia il cuore come un coltello e poi se ne va, ti lascia così a sanguinare. E la cicatrice ti resta dentro.
L’amore a volte non vuole essere salvato sebbene tu ci provi con tutto te stesso, come è successo a Marco.
L’amore a volte non è corrisposto, come invece è successo a Federico.
Ancora, l’amore alle volte fa scelte sbagliate e nel tentativo di proteggere chi amiamo non facciamo altro che danneggiare irrimediabilmente l’altra persona, come nel caso di Gaetano.
Infine, l’amore non sempre accarezza, non sempre bacia. L’amore colpisce in faccia nel vero senso del termine. Si trasforma e diventa violenza fisica. Diventa un pugno, un livido, un calcio nei fianchi mentre sei a terra e ne hai già avuti centomila. E tu diventi vittima e lui il tuo carnefice…com’è successo a Cecilia e come succede purtroppo a tantissime donne.
E’ interessante come il tema della violenza sulle donne sia, in questo romanzo, affrontato in modo così diretto, quasi spietato. Avete presente quando si usano poche parole ma buone? Di quelle precise, dense di significato, che ti mettono davanti agli occhi la scena e la situazione in modo crudo e reale? Ecco, questo è l’uso eccellente che l’Autrice fa delle parole per descrivere non solo questo tipo di situazione ma anche tutte le altre.
Insomma, al principio era un’estate in cui l’unico obiettivo doveva essere quello di divertirsi senza freni e senza regole. Ma l’estate finisce…solo che stavolta il mare non porta via nulla, anzi deposita sul bagnasciuga qualcosa di importante per tutti i protagonisti di questa storia, un qualcosa che ognuno di loro si riporterà a casa, quando tutti riprenderanno la propria vita di sempre.
E quindi? Cosa succederà?
L’interesse condiviso dei tre amici nei confronti della “sirena” Cecilia comprometterà la loro amicizia?
E Cecilia cosa deciderà? Sceglierà? Se sì, CHI sceglierà?
Leggete il romanzo e lo scoprirete.

Amneris Di Cesare, autrice del libro, è una scatola magica dalla quale non sai mai cosa ne verrà fuori. Ti sorprende, ti lascia col fiato sospeso, non è mai banale e guai a darla per scontata! L’ho conosciuta, l’ho ascoltata e, mentre parlava, mi dicevo: “Questa donna ha un non so che di….” . In quel momento non ho saputo completare la frase. So solo che ne ero affascinata, ammaliata!
La sua arguzia, l’intelligenza, l’impeccabile capacità di comunicare…ecco, l’autrice inserisce tutte queste sue qualità nelle sue opere rendendole davvero uniche nel loro genere.
Quando le è stato chiesto in quale delle donne presenti nel romanzo lei si indentificasse di più, lei ha risposto senza esitare: “No. Io sono la Sirena”. E oggi posso completare quella mia frase lasciata a metà e dire con certezza che, sì, lei è davvero la Sirena, quella che ti rapisce, che in un primo momento ti confonde ma che poi ti mette davanti cose che nemmeno immaginavi di conoscere, di sentire o di provare.
Insomma, un’autrice eccellente il cui stile denso e penetrante mi piace davvero tanto.

Ergo: il mio voto su “Sirena all’orizzonte” ?
Indubbiamente 5 stelle piene piene!
Da leggere per sognare e innamorarsi ma senza perdere di vista la realtà della vita vera.

“Sirena all’orizzonte” di Amneris Di Cesare.
Edizioni Amarganta, collana Narrativa.
Prezzo di copertina: € 12,00 per il cartaceo e € 2,49 per la versione e-book.


SIRENA ALL’ORIZZONTE REWIND SU:

LEGGERE E’ MAGIA
LEPASSIONIDISTE
RETENEWS
BABETTE BROWN LEGGE PER VOI
L’AMICA DEI LIBRI
WRITER’S DREAM
NET E-BOOK
INSAZIABILI LETTURE
PARLIAMO DI LIBRI
IL FAVOLOSO MONDO DEI LIBRI


SIRENA ALL’ORIZZONTE ACQUISTABILE SU:

AMAZON.IT
AMARGANTA.EU


VECCHIA VERSIONE:


sirena7 copy

Titolo: Sirena all’orizzonte
Autore: Amneris Di Cesare
Editore: Edizioni Domino, collana Le Carte Veline
pagine: 120, brossura
prezzo: 12 euro

acquistabile su: Amazon.it, IBS.it, Unilibro.it, e le maggiori librerie online
a Bologna: presso Libreria Lorici, Via A. Costa 56 Bologna

scansione0001

La quarta di copertina:

Ammaliatrice e inarrivabile come una sirena, Cecilia appare all’orizzonte di Marco in una pigra giornata di sole e di mare. Un incontro destinato a condurlo al naufragio oppure alla salvezza dal vuoto che divora il suo animo e il suo cuore?

Ogni estate ha la sua hit parade. Canzoni dai ritornelli orecchiabili, ritmi ora lenti ora sincopati che accompagnano fino al loro estinguersi, amori ora fugaci, talvolta più duraturi. Tormentoni estivi che legano indissolubilmente luoghi, persone e il ricordo di ciò che è stato. Anche l’Agosto del 1984 troverà la sua “sigla” attraverso le note di One night in Bangkok di Murray Head; trasmessa alla radio al momento della partenza, sarà il sottofondo musicale che permetterà a tre amici in viaggio di stringere amicizia con Cecilia, una “sirena” misteriosa ed enigmatica incontrata in spiaggia. Cecilia li seguirà attraverso un percorso che li costringerà a fare i conti con l’immediato passato, e darà loro modo di scrivere il finale più giusto alla loro storia personale.

Il Booktrailer

retro1 copy

Sirena all’orizzonte

di
Amneris Di Cesare
Edizioni Domino
uscita
1 settembre 2013

L’incipit:

Quella sera pioveva. Una pioggia sottile e farinosa, di quelle che non bagnano subito ma penetrano lentamente nelle fibre dei cappotti e si insinuano silenziosa nelle ossa. Pioveva e Marco non sapeva cosa fare, dove andare. Non aveva voglia di trascorrere la sua libera uscita come le altre volte, all’osteria fumosa all’angolo dietro la caserma. Aveva già vissuto sere come questa, seduto a un tavolino, solo, a bere fino a perdere la cognizione del tempo. Di seguire i suoi colleghi, vigili del fuoco che alla fine del turno, nemmeno a parlarne. Si riunivano a parlare di scemenze e a fare gli stupidi dietro le ragazze che ancora si attardavano frettolose per la strada. Non faceva per lui. Perché sentiva di nuovo il buco nero – così lui chiamava quel senso di vuoto che sentiva risucchiargli ogni sensazione, ogni voglia di vita e passione – aggredirlo e annientarlo. Da qualche giorno si era ripresentato più forte, più prepotente. Il suo solito vuoto dentro. Ci provava a riempirlo, disperatamente; un’angosciosa sensazione di avere un foro dentro l’anima. E quella il tempo non dava certo una mano. Sentiva l’umido penetrargli in profondità mentre  l’odore acre di naftalina e sudore che  traspirava dalla stoffa ruvida della divisa, saliva nelle narici e finiva per bruciargli in gola. No,  niente alcool. Non stasera, pensò.

sirenarecern

http://www.rete-news.it/sirena-allorizzonte-recensione/

Amneris Di Cesare scrive questo libro riuscendo a far vibrare ogni corda dell’anima, descrivendo le emozioni dei personaggi protagonisti di questa storia in maniera eccezionale e coinvolgente. Ogni singolo scenario ci fa rivivere il luogo in cui i protagonisti di Sirena all’orizzonte si ritrovano e il viso, ma soprattutto le sensazioni provate da ognuno di loro ben stampato nella nostra mente.

m.p.black rece

“Un romanzo dolce e delicato, che mi ha fatta ritornare indietro nel tempo, nel periodo delle “cotte”, ma anche degli amori impossibili, quelli che si idealizzano e che difficilmente, poi, si riesce a portare avanti. L’autrice scrive con maestria, senza sbavature e senza annoiare il lettore, regalandoci così un romanzo ben costruito e dalle mille sfaccettature, che ha il sapore del mare e del sale.Una storia che ci inonda della luce calda del sole di un’ estate di tanti anni fa, in cui i protagonisti si muovono tra eventi contemporanei e ricordi passati, legati comunque da un denominatore unico, quello dell’amore, che tutto controlla e col quale ognuno di noi, prima o poi, deve fare i conti. Un romanzo che si legge velocemente e che consiglio a tutti gli amanti del romance e della lettura piacevole. Una storia che può riempire un pomeriggio trascorso davanti al caminetto acceso, sognando una calda giornata al mare, con la mente libera da tutti i pensieri che giornalmente ci assillano”  M.P. BLACK

sirenadiariopersi

Era solo, Marco. Una solitudine che lo seguiva dappertutto. Anche lì, adesso, al mare insieme a loro. Solo con se stesso, e con il suo vuoto incolmabile.

sirena7Sirena all’orizzonte è un breve romanzo di formazione in cui tre amici poco più che adolescenti (uno dei tre, Gaetano, è un po’ più grande) si concedono una vacanza senza meta per andare a finire in una cittadina di mare del sud Italia dove, come richiamati dal suo fascino, si fermano a contemplare una ragazza bellissima che prende il sole su uno scoglio. È Cecilia, una versione italiana di Daryl Hannah, che proprio quell’anno ha impersonato il ruolo di sirena in Una sirena a Manhattan di Ron Howard. Siamo nel 1984 e il tormentone dell’estate è One Night in Bangkok di Murray Head.

I ragazzi conosceranno Cecilia e ne saranno tutti e tre un po’ infatuati, cercando le sue attenzioni, le sue confidenze. E, attraverso lei, arriveranno a guardarsi dentro e a fare pace con se stessi e con i loro sentimenti.

Marco e Federico sono cresciuti insieme a Bologna, nello stesso quartiere, con gli stessi amici. Francesca è cresciuta assieme a loro, cercando di sentirsi una di loro. Poi, quando i ragazzi sono diventati più grandi, Federico ha convinto Marco che Francesca era innamorata di lui e Marco si è fatto avanti, non riuscendo, però, a colmare quel vuoto che sentiva dentro, il vuoto che sarebbe stato riempito soltanto dall’amore vero.

Quando è partito per la visita del militare (i famosi “tre giorni”), Marco ha avuto una sorta di impulso a firmare per fare il vigile del fuoco. Il servizio di leva l’ha portato a Roma per un anno e qui ha incontrato Luisa, una giovane che ogni sera si annulla nell’alcol per dimenticare un dolore grandissimo, un dolore legato a un uomo ormai perduto. Luisa chiarisce fin da subito a Marco che non sarà lei a riempire il vuoto che si porta dentro, sebbene Marco senta che – al contrario – il vuoto si stia riempiendo un po’. Grazie alle sue attenzioni, Luisa sembra uscire dall’apatia che la porta a ubriacarsi, ma poi, all’improvviso decide di andare via, lasciando Marco solo col suo vuoto. Mentre cerca di capire perché Luisa sia scomparsa, Marco incontra Gaetano, un ragazzo più grande, ma con cui entra immediatamente in sintonia.

“Piacere, Gaetano. Dicevi dunque che è un viaggio? Può essere, in effetti. I viaggi sono sempre una soluzione, del resto.”
“Una soluzione per cosa?”
“Una soluzione per tutto. Soprattutto per le voragini che uno si porta dentro l’anima. Si viaggia, non si pensa. Si vedono posti ogni giorno diversi. E si vive. O per lo meno, si sopravvive. A volte si riesce persino a dimenticare.”

Federico, invece, è innamorato di Francesca e ha sempre provato una punta di gelosia nel vederla assieme a Marco. Quando a Roma Marco stava con Luisa, però, Federico non ha avuto il coraggio di dire nulla, attendendo che fosse lo stesso Marco a decidere se lasciare Francesca o meno. La ragazza ha sofferto molto questo doppio tradimento da parte del fidanzato e dell’amico, perché si è vista abbandonata da entrambi i suoi cavalieri, i pilastri della sua infanzia. Questo l’ha destabilizzata, portandola a fare scelte avventate, a causa delle quali Federico decide di partire per il famoso viaggio senza meta con Marco e con Gaetano.
<<<<continua a leggere>>>>

Screenshot 2014-03-02 18.41.42

Screenshot 2014-03-02 18.48.00

Screenshot 2014-03-02 20.46.12

Sirena all’orizzonte

di
Amneris Di Cesare
Edizioni Domino
uscito il
1 settembre 2013

Annunci

8 thoughts on “SIRENA ALL’ORIZZONTE

  1. Pingback: BUONE FESTE DA ZANNUTA, SIRENA, DODICIDIO &… F.I.A.E.! | Scarabocchi di Amneris

  2. Pingback: COSE BELLE CHE NASCONO SUL WEB (MA CHE ARRIVANO PER POSTA)… | Sono Solo Scarabocchi

  3. Pingback: SIRENA ALL’ORIZZONTE: ESAURIMENTO COPIE | Sono Solo Scarabocchi

  4. Pingback: IL “CANON” QUESTO SCONOSCIUTO… | Sono Solo Scarabocchi

  5. Pingback: Apparizioni di Bisestimorgiarete

  6. Pingback: CINQUE MESI DI AMARGANTA. CINQUE MESI DI SODDISFAZIONI. | Sono Solo Scarabocchi

  7. Pingback: NATALE SI AVVICINA: UN BEL LIBRO DA REGALARE? | Sono Solo Scarabocchi

  8. Pingback: BUON COMPLEANNO PENNYWISE! | Sono Solo Scarabocchi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...